Diritto e Fisco | Articoli

Come dividere l’eredità in presenza di una donazione?

16 Gennaio 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 16 Gennaio 2017



Mia sorella, senza figli e in regime di separazione dei beni, vuole donarmi 60000-65000 €. Come fare perché in futuro suo marito o parenti vari non possano avanzare pretese di legittima?

In fase testamentaria il de cuius non può disporre di tutto l’asse patrimoniale di sua proprietà: la legge, infatti, prevede una quota disponibile e una quota non disponibile, meglio conosciuta come “legittima”. Gli aventi diritto alla quota di legittima sono i legittimari. Essi hanno un diritto intangibile ad una quota di patrimonio indipendentemente dalle disposizioni del testatore e sono:

  • il coniuge,
  • i discendenti,
  • gli ascendenti,
  • gli altri parenti fino al sesto grado [1].

La quota disponibile, e di conseguenza la legittima, cambia a seconda degli eredi e del numero degli stessi. La quota di legittima a favore del coniuge è pari ad 1/2 del patrimonio ereditario, se non ci sono figli. Oltre alla legittima, al coniuge spetta in ogni caso il diritto di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare e di uso sui mobili che la corredano, se di proprietà del defunto o comuni.

Da quanto sopra detto, è possibile affermare che a fronte di una donazione a favore del lettore di € 60.000/65.000 non c’è lesione di legittima se il valore del patrimonio che sarà lasciato in eredità da sua sorella al coniuge [2] è superiore a queste cifre in assenza di figli (1/2 a fronte di un patrimonio complessivo di almeno 120.000,00/130.000,00 di cui € 60.000/65.000 donati al lettore), fatto salvo il diritto all’abitazione della residenza familiare.

Nel caso di presenza del coniuge e degli ascendenti (i genitori) a questi spetta un ¼ ed al coniuge la metà del patrimonio [3]. Se gli ascendenti sono più di uno, la quota ad essi riservata è ripartita con le stesse modalità previste per la successione legittima e, quindi, metà ciascuno.

Non rispettando tali quote si ricadrebbe in una situazione di lesione di legittima, per il cui calcolo, si deve procedere alla cosiddetta riunione fittizia attraverso la quale viene calcolato l’esatto ammontare dell’effettiva massa ereditaria (patrimonio complessivo sopra richiamato) sulla quale andranno conteggiate le quote di legittima. Con la riunione fittizia si determina l’ammontare del patrimonio di una persona al tempo della sua morte, se vi è il sospetto che il defunto abbia potuto ledere, con donazioni o con disposizioni testamentarie, la quota che la legge riserva agli eredi legittimari.

L’ammontare complessivo del patrimonio si ottiene calcolando il valore dei beni lasciati dal defunto al momento dell’apertura della successione. Dalla somma ottenuta si detraggono i debiti e si aggiunge il valore dei beni di cui sia stato eventualmente disposto a titolo di donazione. Se quest’importo è superiore ad € 120.000/130.000 non risulta lesione di legittima, avendo donato al lettore il 50% ed avendo rispettato la quota di legittima prevista per legge a favore del coniuge per il restante 50%. Cosa diversa nel caso in cui sono presenti anche i genitori: in tal caso per non esservi lesione di legittima il patrimonio complessivo al momento di apertura della successione deve essere di almeno 240.000/280.000 € di cui € 120.000 al coniuge, 60.000 agli ascendenti ed € 60.000 al lettore.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Paolo Florio

note

[1] Art. 565 cod. civ.

[2] Calcolato secondo quanto previsto dagli artt. 540 e 565 cod. civ.

[3] Art. 544 cod. civ.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

  1. Essendo solo senza nessuno è volendo lasciare con testamento o donare i miei beni alla mia compagna con la quale vivo può mio fratello vantare dei diritti?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI