Tech | Articoli

Sapere quando le email sono lette con Gmail

10 Gennaio 2017 | Autore:
Sapere quando le email sono lette con Gmail

Vediamo come ricevere una notifica quando i messaggi di posta elettronica inviati con Gmail sono letti dal destinatario.

Diversi client di posta elettronica hanno la funzione che consente di ricevere una notifica quando un messaggio è stato aperto, ma non c’è un modo per sapere quando le email sono lette con Gmail. Eppure il servizio di posta elettronica di Google è anche uno dei più usati ed è un vero peccato che manchi di alcune funzioni come questa.

Spesso le email che inviamo sono messaggi urgenti e può essere molto importante per noi sapere se il destinatario le ha lette o meno.

Fortunatamente è possibile aggiungere le funzioni che mancano a Gmail installando alcuni add-on di terze parti nel browser. Nel caso specifico se vogliamo sapere quando le email sono lette con Gmail possiamo usare l’estensione Streak per i browser Chrome e Safari.

Per installarla andiamo con uno dei browser compatibili sul sito www.streak.com e clicchiamo sul tasto Install Streak for Gmail. Confermiamo quindi l’installazione del componente cliccando su Aggiungi estensione. Comparirà quindi una nuova icona a destra della barra degli indirizzi con la conferma che l’installazione è stata eseguita correttamente.

A questo punto rechiamoci su Gmail effettuando l’accesso col nostro account. All’accesso visualizzeremo una finestra con scritto Get Started with Streak. Clicchiamo sul pulsante Continue per proseguire e forniamo le autorizzazioni col tasto Consenti.

Ci verrà quindi mostrata una finestra per guardare un piccolo tutorial, ma possiamo saltarlo cliccando su No Need. Una volta entrati in Gmail, noteremo in alto a destra un nuovo tasto chiamato appunto Streak. Cliccandoci sopra si apre una finestra per accedere ad alcune opzioni tra cui Impostazioni. Da qui possiamo abilitare e disabilitare il monitoraggio automatico delle email. La versione gratuita di Streak ci permette di monitorare fino a 200 email al mese. Conviene quindi disabilitare il monitoraggio delle email e attivarlo manualmente solo quando ci serve.

Ora siamo pronti per tracciare le nostre email e sapere quando sono lette. Innanzitutto dobbiamo cliccare su Scrivi e creare il messaggio come siamo soliti fare abitualmente. Nella barra in basso noteremo alcuni nuovi pulsanti tra cui un’icona a forma di occhio. Quando vogliamo ricevere una notifica di lettura dobbiamo cliccarci sopra in modo che l’icona diventi arancione.

Dopo aver inviato l’email possiamo controllare lo stato di lettura andando nella casella della posta inviata. Quando il messaggio viene letto, l’icona con l’occhio accanto all’email diventa verde indicando anche il numero di volte che è stato letto.

Oltre a sapere quando le email sono lette con Gmail, cliccando sull’icona con l’occhio Streak ci permette di conoscere una serie di dettagli su chi ha visualizzato il messaggio. Dal pannello laterale potremo visualizzare l’ora, la località e persino il dispositivo utilizzato.

Streak ha anche molte altre utili funzioni come ad esempio la possibilità di posticipare l’invio dei messaggi a un’ora prestabilita.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube