Diritto e Fisco | Articoli

Impresa edile: posso pagare i dipendenti con i voucher?

21 gennaio 2017


Impresa edile: posso pagare i dipendenti con i voucher?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 21 gennaio 2017



Può un impresa individuale artigiana edile utilizzare i voucher per pagare i propri lavoratori per pochi giorni?

Il voucher, ossia il buono lavoro, viene emesso telematicamente dall’Inps e presenta un valore netto in favore del lavoratore pari ad 7,50 euro, corrispondente al compenso minimo di un’ora di prestazione lavorativa, ed un costo per il datore di lavoro pari ad 10 euro. Mediante i voucher vengono garantiti il compenso, la copertura previdenziale Inps e assicurativa Inail.

Con riferimento al settore dell’edilizia, è possibile pagare i propri operai, inquadrati nella categoria di lavoro accessorio, mediante i voucher ma bisogna sottostare ad alcuni limiti:

– il lavoro occasionale implica un rapporto diretto tra committente e prestatore, senza alcun tipo di intermediario [1] e nell’arco dell’anno solare ogni prestatore può percepire un importo massimo pari ad Euro 2000 in voucher da parte dello stesso imprenditore committente;

– l’imprenditore committente non può servirsi di voucher per una cifra superiore a 2000 euro.

Alla luce di quanto detto, un’impresa individuale artigiana edile può utilizzare i voucher per il pagamento delle prestazioni lavorative per il tempo necessario (una o due settimane) se si attiene ai criteri suesposti.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Rossella Blaiotta 

note

[1] L. n. 92 del 04.06.2010.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI