Diritto e Fisco | Articoli

Contratto di noleggio: è sempre possibile recedere?

21 Gennaio 2017


Contratto di noleggio: è sempre possibile recedere?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 21 Gennaio 2017



Vorrei disdire un contratto di pubblicità, stipulato con una srl. Ho inviato una mail di richiesta ma mi è stato risposto che il contratto sarà concluso solo alla naturale scadenza. Cosa posso fare?

Nelle condizioni generali che regolano il contratto di noleggio non è contemplata la facoltà di recesso per il committente sicché, prima della scadenza convenuta, non è possibile esercitare il recesso dal medesimo.

Il lettore precisa che, all’epoca della sottoscrizione del contratto, era titolare di due negozi, mentre quando inoltra la richiesta solo di uno. Il contratto è stato sottoscritto solamente da una delle due società, ragion per cui la circostanza predetta non è entrata nell’ordine delle valutazioni oggetto della contrattazione e, quindi, tale situazione risulta estranea ai patti contrattuali e non risulta che se ne sia tenuto conto per quanto attiene al prezzo delle prestazioni convenuto.

In ogni caso, l’eventuale sopravvenuta eccessiva onerosità del contratto, che potrebbe legittimare la richiesta di risoluzione del contratto (fatte salve le prestazioni già eseguite) [1], si ritiene che non possa applicarsi al caso in esame in quanto la legge richiede che l’eccesiva onerosità sia dovuta ad avvenimenti straordinari ed imprevedibili. Ora, la chiusura o la cessione a terzi di una delle ditte possedute (da cui derivino meno introiti così da rendere più gravoso l’onere contrattuale pattuito) non può qualificarsi come fatto straordinario cioè come fatto oggettivamente (cioè statisticamente) infrequente [2]. Né tale fatto può considerarsi imprevedibile al momento della stipula del contratto. Pertanto, non risulta praticabile nemmeno la via della richiesta di risoluzione del contratto per sopravvenuta eccessiva onerosità.

È possibile, invece, disdettare il contratto con l’invio di raccomandata a.r. che dovrà pervenire alla srl almeno sei mesi prima della scadenza (in mancanza il contratto si rinnoverà per eguale periodo).

A tale riguardo, poiché dalle condizioni generali di contratto emerge che il contratto decorre dalla “posa in opera”, consiglio di verificare quando tale posa in opera sia avvenuta.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Angelo Forte


note

[1] Art. 1467 cod. civ.

[2] Cass. sent. n. 2661 del 22.02.2001 e n. 22396 del 19.10.2006.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI