HOME Articoli

Lo sai che? Pensione anticipata 2017 lavori usuranti

Lo sai che? Pubblicato il 16 gennaio 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 16 gennaio 2017

Lavori usuranti: contributi agevolati per andare in pensione anticipata.

La Legge di Bilancio 2017 ha previsto alcune agevolazioni per la pensione anticipata non solo a favore dei cosiddetti lavoratori precoci (Pensione anticipata per chi ha iniziato a lavorare prima dei 19 anni) ma anche dei lavoratori pubblici e privati che svolgono lavori usuranti [1].

I lavori usuranti sono quelli particolarmente faticosi e pesanti tali da ritenere opportuno il riconoscimento di alcuni benefici previdenziali.

Pensione anticipata lavori usuranti: requisiti contributivi

Dal 2016 al 2026, i requisiti agevolati per accedere al trattamento pensionistico anticipato sono:

a) per i lavoratori impegnati in mansioni particolarmente usuranti, addetti alla cosiddetta “linea catena”, conducenti di veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo, notturni a turni occupati per un numero di giorni lavorativi pari o superiore a 78 all’anno:

  • dipendenti: quota 97,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 61 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni;
  • autonomi: quota 98,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 62 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni;

b) per i lavoratori notturni a turni occupati per un numero di giorni lavorativi da 72 a 77 all’anno:

  • dipendenti: quota 98,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 62 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni;
  • autonomi: quota 99,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 63 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni;

c) per i lavoratori notturni a turni occupati per un numero di giorni lavorativi da 64 a 71 all’anno:

  • dipendenti: quota 99,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 63 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni;
  • autonomi: quota 100,6 (somma di età e anzianità contributiva) con età minima di 64 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni.

Coloro che svolgono attività usurante e hanno i requisiti per ottenere il beneficio previsto per i lavoratori precoci possono ottenere la pensione anticipata con 41 anni di contribuzione indipendentemente dall’età.

Quali sono i lavori usuranti?

Possono accedere alle agevolazioni per la pensione anticipata i lavoratori che hanno svolto l’attività usurante per almeno 7 anni negli ultimi 10 anni di lavoro o per almeno metà della vita lavorativa complessiva.

Ma quali sono i lavoratori che svolgono attività usuranti?  Si tratta dei lavoratori, pubblici o privati:

1) impegnati in mansioni particolarmente usuranti, cioè:

  • “lavori in galleria, cava o miniera”: mansioni svolte in sotterraneo
  • “lavori nelle cave”, mansioni svolte dagli addetti alle cave di materiale di pietra e ornamentale
  • “lavori nelle gallerie”, mansioni svolte dagli addetti al fronte di avanzamento “lavori in cassoni ad aria compressa”
  • “lavori svolti dai palombari”
  • “lavori ad alte temperature”: mansioni che espongono ad alte temperature, quando non sia possibile adottare misure di prevenzione, quali, a titolo esemplificativo, quelle degli addetti alle fonderie di seconda fusione, non comandata a distanza, dei refrattaristi, degli addetti ad operazioni di colata manuale
  • “lavorazione del vetro cavo”: mansioni dei soffiatori nell’industria del vetro cavo eseguito a mano e a soffio
  • “lavori espletati in spazi ristretti” e in particolare delle attività di costruzione, riparazione e manutenzione navale, le mansioni svolte 2 all’interno di spazi ristetti, quali intercapedini, pozzetti, doppi fondi, di bordo o di grandi blocchi strutture
  • “lavori di asportazione dell’amianto”;

2) notturni a turni e/o per l’intero anno;

3) addetti alla cosiddetta “linea catena”;

4) conducenti di veicoli, di capienza complessiva non inferiore a nove posti, adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo.

 

Domanda pensione anticipata lavori usuranti

Per poter domandare la pensione anticipata con i requisiti agevolati, è necessario ottenere prima il riconoscimento del beneficio per lavoratori addetti ad attività lavorative particolarmente faticose e pesanti.

La domanda di accesso al beneficio e la relativa documentazione devono essere presentate all’Inps territorialmente competente entro:

  • il  1º marzo 2017 qualora i requisiti agevolati siano maturati nel corso del 2017;
  • il 1º maggio dell’anno precedente a quello di maturazione dei requisiti agevolati qualora tali requisiti siano maturati a decorrere dal 1º gennaio 2018.

In caso di accoglimento della domanda di accesso al beneficio lavori usuranti, l’Inps comunica all’interessato la prima decorrenza utile della pensione.

note

[1] Art. 1, c. 206 e ss. Legge di Bilancio 2017.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

6 Commenti

  1. Ma mi chied: chi ha lavorato e lo fa tuttora con vernici e solventi, (vedi i verniciatori di carrozzeria) non è un soggetto che svolge lavoro usurante???
    Grazie per la risposta

  2. I precoci vanno in pensione con 41 anni di contributi a qualunque età,gli usuranti devono avere minimo 61 e sette mesi di età arrivando nel mio caso a 42 anni di contributi ..abbiamo tecnici e politici del medioevo…fantastici.

  3. Buongiorno sono un invalido del lavoro con percentuale del 74% dal 1994 ,nel 1995 con la legge dini 335 per lo stesso evento non posso beneficiare di un supplemento di pensione ,il sottoscritto lavora ancora è mi hanno congelato i futuri miglioramenti.
    Chiedo se posso fare causa .

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI