Diritto e Fisco | Articoli

Ingiuria: come difendersi?

11 febbraio 2017


Ingiuria: come difendersi?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 febbraio 2017



Ad una festa con molte persone una ragazza mi ha offeso. È vero che l’ingiuria non è più reato?

 

Il reato di ingiuria [1] è stato abrogato. In buona sostanza significa che il fatto di offendere l’onere ed il decoro di una persona non costituisce più reato. L’articolo che lo prevedeva è stato cancellato.

Questo significa che oramai si può offendere impunemente? No, non è così. In sostanza, la sanzione penale è stata sostituita da una sanzione di tipo civile: sanzione pecuniaria da 100 a 8.000 euro o, come nel caso del lettore, cioè di offese fatte alla presenza di più persone, con una sanzione da 200 a 12.000 euro.

L’applicazione di questa sanzione spetta al giudice civile al quale il lettore dovrà rivolgersi per ottenere giustizia.

In buona sostanza, quello che si può fare è richiedere, in sede civile appunto, il risarcimento dei danni che ha subito (ritiene di aver subito) in conseguenza delle offese che sono state rivolte. In quella sede, sarà il giudice civile a decidere, oltre al suo eventuale risarcimento del danno, delle sanzioni che riterrà di dover comminare alla persona che l’ha gravemente offeso.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Antonio Ciotola

note

[1] Art. 594 cod. pen.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI