Diritto e Fisco | Articoli

Professionisti iscritti alla Gestione separata, contributi più bassi

21 Gennaio 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 21 Gennaio 2017



Scendono al 25%, nel 2017, i contributi dovuti dai professionisti iscritti alla gestione Separata.

 

Buone notizie per i professionisti senza cassa, cioè per coloro che, essendo privi di una cassa professionale, sono iscritti alla Gestione Separata dell’Inps: dal 2017, difatti, i contributi dovuti saranno ridotti del 2%, rispetto all’aliquota applicata nel 2016: l’aliquota contributiva (cioè, in parole semplici, la percentuale da applicare al reddito del professionista per determinare i contributi previdenziali dovuti) passa così dal 27,72% al 25,72%.

La riduzione al 25,72% dell’aliquota base, disposta dalla legge di bilancio 2017 [1] non sarà provvisoria ma definitiva, in quanto la formulazione della norma copre anche gli anni successivi.

Sale, invece, l’aliquota dovuta dai co.co.co. (lavoratori subordinati) iscritti alla Gestione separata: per loro, la contribuzione dovuta è ora pari al 32,72% e salirà ancora, nel 2018, al 33,72%. Una volta raggiunta quest’ultima soglia, non salirà più. Bisogna però considerare che per i collaboratori l’onere contributivo è ripartito con il committente nella misura rispettivamente di un terzo (1/3) e di due terzi (2/3): dunque l’aliquota effettivamente a carico del collaboratore è del 10,90%.

Resta uguale, infine, l’aliquota dovuta da chi non è iscritto in via esclusiva alla Gestione separata perché iscritto ad altre casse o perché pensionato: l’aliquota, in questo caso, è pari al 24%. Non è dovuta l’aliquota aggiuntiva dello 0,72% perché per questi scritti non sono garantite le prestazioni d’indennità giornaliera di malattia e per degenza ospedaliera, indennità di maternità/paternità e congedo parentale, né gli Anf, gli assegni per il nucleo familiare.

Ma come sono variate, negli anni, le aliquote della Gestione separata? Saperlo è molto importante, specie per chi ha contributi ancora da saldare.

Gestione separata: aliquote contributive per i professionisti

Ecco come sono cambiate, nel tempo, le aliquote dovute dai liberi professionisti iscritti in via esclusiva alla Gestione separata:

  • 2012: 27,72%;
  • 2013: 27,72%;
  • 2014: 27,72%;
  • 2015: 27,72%;
  • 2016: 27,72%;
  • 2017: 25,72%.

Come già esposto, l’aliquota resterà ferma al 25,72% anche per gli anni a venire.

Gestione separata: aliquote contributive per i pensionati e gli iscritti ad altre gestioni

Ecco come sono cambiate, nel tempo, le aliquote dovute dai pensionati e gli iscritti ad altre gestioni:

2012: 18%;

2013: 20%;

2014: 22%;

2015: 23,50%;

2016: 24%;

2017: 24%.

Gestione separata: aliquote contributive per i co.co.co.

Ecco come sono cambiate, nel tempo, le aliquote dovute dai co.co.co., dai collaboratori parasubordinati in genere, dagli associati in partecipazione e dai lavoratori autonomi occasionali:

2012: 27,72%;

2013: 27,72%;

2014: 28,72%;

2015: 30,72%;

2016: 31,72%;

2017: 32,72%.

Nel 2018, l’aliquota aumenterà al 33,72% e rimarrà tale anche negli anni a venire.

note

 [1] Art.1 Co. 165 L. 232/2016.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI