Tech KickassTorrents torna online

Tech Pubblicato il 24 gennaio 2017

Articolo di




> Tech | Cos'è Tech? Pubblicato il 24 gennaio 2017

Alcuni membri dello staff originale hanno rimesso in piedi KickassTorrents sfidando il governo americano che ne aveva imposto la chiusura qualche mese fa.

KickassTorrents è stato per molto tempo uno dei siti più frequentati per la ricerca dei file torrent. Nel luglio del 2016 le forze dell’ordine degli Stati Uniti ne hanno imposto la chiusura e hanno arrestato il suo fondatore Artem Vaulin. Stessa sorte è capitata ad altri importanti tracker come Torrentz e TorrentHound.

All’apice del suo successo KickassTorrents poteva contare su oltre un milione di visitatori al giorno. La sua chiusura, quindi, ha rappresentato un duro colpo per la pirateria online. Sebbene il protocollo bittorrent sia uno dei tanti strumenti di file sharing, non è un mistero che sia largamente utilizzato per la condivisione di contenuti protetti da copyright.

In seguito alla loro chiusura, il traffico che era generato da KickassTorrents, Torrenz e altri è confluito su altre piattaforme come The Pirate Bay, ExtraTorrent e Rarbg. Sarà da vedere se dopo questi mesi il noto tracker riuscirà a riconquistare i vecchi utenti.

La nuova versione accessibile su Katcr.co dal punto di vista dell’interfaccia non cambia molto. La struttura è sempre quella tipica di un forum, con le varie discussioni suddivise per argomenti e il modulo di ricerca per trovare i vari file.

Gli amministratori assicurano, secondo quanto riportato da TorrentFreak, che sulla nuova versione di KickassTorrents sono tornati i vecchi uploader e che quindi presto sarà popolato di ogni genere di file, proprio come la vecchia versione. Dal punto di vista legale si dicono abbastanza sicuri e di non temere alcuna azione da parte del governo americano.

È stato introdotto, sempre secondo TorrentFreak, un sistema di controllo per verificare il rispetto del Dmca (Digital Millennium Copyright Act) simile a quello presente in altre piattaforme come YouTube. Inoltre affermano che sui loro server non è ospitato alcun file che violi il copyright: KickassTorrents condivide solo i torrent ed è un motore di ricerca per torrent.

Non crediamo che questo basti a scongiurare azioni legali da parte del governo americano. Anche se è vero che sui server di KickassTorrents non sono ancora presenti contenuti che violano il copyright, è anche vero che sul forum si trovano già diversi torrent che puntano proprio a questo tipo di file.

Di fatto il sito sta avendo un notevole successo, visto che il numero di accessi è stato così elevato da mandare in crisi i server su cui è ospitato. Per ora possiamo solo dire che KickassTorrents è di nuovo online, ma non possiamo dire per quanto tempo lo sarà.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI