Business | Articoli

Energia: cambiano i contatori, costi e consumi

14 Novembre 2016


Energia: cambiano i contatori, costi e consumi

> Business Pubblicato il 14 Novembre 2016



Parte l’operazione di cambio dei contatori elettrici. Ecco cosa cambia per consumatori e aziende con gli smart-meter e i costi correlati.

Arrivano i contatori intelligenti di seconda generazione. Saranno installati in 30milioni di appartamenti e, sebbene non sia del tutto certo, i costi in bolletta non dovrebbero essere gravati dall’operazione.
L‘autorità dell’Energia ha deliberato ieri l’avviamento dell’operazione, definendo i tempi e il quadro normativo di riferimento.
La delibera fa seguito ad un provvedimento precedente, di qualche mese fa, relativo alle caratteristiche tecniche dei nuovi smart meter di seconda generazione.

Quanto costeranno i nuovi contatori intelligenti?

Come è successo per i contatori di “prima generazione” anche quelli nuovi avranno una durata di 15 anni. I contatori saranno di fatto pagati dagli utenti in bolletta, ma l’Autorità avrebbe assicurato “tariffe di misura invariate”: non ci saranno cioè aggravi ulteriori, nel senso che si continuerà a pagare quello che si sta pagando finora, anche se si potrà contare su molti servizi in più. D’altra parte, evidentemente, non ci saranno neanche riduzioni dei costi energetici, dunque l’operazione qualcosa costerà al consumatore nei fatti.

Cosa sono gli “smartmeter” i contatori intelligenti di seconda generazione?

Si definiscono di “seconda generazione” perchè seguono la prima installazione di contatori digitali risalente al 2000-2001.

Secondo quanto dichiarato i contatori offriranno un maggior numero di servizi perchè si configurano come dei piccoli computer in grado di svolgere molte innovative funzioni: dal cambio della fornitura al superamento delle fasce orarie predefinite, alla disponibilità di dati sul comportamento energetico per un maggiore risparmio. Il comportamento dei clienti sarà inoltre monitorato ogni 15 minuti, questo permetterà da una parte di avere dati sempre aggiornati e sempre più precisi relativamente al fabbisogno energetico, dall’altra – come è intuibile – di tipizzare l’offerta di erogazione con tariffe sempre meglio targettizzate.

Entro quando verranno installati i nuovi contatori

La delibera dell’Autorità per l’energia non dà nessun tipo di riferimento in merito agli obblighi di installazione. A partire dal 2017 si prevede però che partano i primi piani di sostituzione.
La comunicazione di prossima sostituzione sarà effettuata a cura di ciascuna società distributrice. Ma il piano dovrà essere reso noto non solo ai consumatori ma all’intera collettività, perché avrà prevedibilmente dei risvolti di rilievo anche per i concorrenti su mercati “paralleli”.
L’arrivo degli smart meter potrebbe esser ad esempio un’arma in più per portare la nuova rete fibra a famiglie e imprese, a patto che tutti gli operatori godano delle stesse condizioni. La più ampia pubblicità dell’operazione contatori, quindi, nelle intenzioni dell’Autorità dovrebbe permettere la circolazione delle informazioni e l’acquisizione da parte del mercato e dei consumatori di quante più informazioni possibili relativamente alle evoluzione che la rete di distribuzione potrebbe avere nel tempo.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI