HOME Articoli

Lo sai che? Data di scadenza modificata, posso querelare?

Lo sai che? Pubblicato il 26 gennaio 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 26 gennaio 2017

Frode in commercio sia per il gestore del supermercato che per il dipendente che materialmente ha agito su ordine del superiore: scatta il procedimento penale.

Che succede se ci accorgiamo che il supermercato ha modificato la data di scadenza riportata su alcuni alimenti solo per ridurre le perdite e imbrogliare gli ignari consumatori? Secondo la Cassazione [1] scatta il reato di frode in commercio. Ad essere denunciato può essere sia il proprietario del negozio, sia il dipendente che, materialmente, ha apportato la correzione sulla confezione del prodotto. Quest’ultimo, infatti, per quanto agisce su istruzioni di un superiore, ha sempre la possibilità di dissentire e rifiutarsi, senza dover temere di essere licenziato per non aver adempiuto a un ordine illegittimo.

Il consumatore, in questi casi, non ha quindi solo la possibilità di chiedere la restituzione dei soldi spesi o pretendere la sostituzione con un prodotto non scaduto, ma può anche denunciare l’episodio ai Carabinieri.

note

 [1] Cass. sent. n. 3394/2017 del 24.01.2017.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI