HOME Articoli

Lo sai che? Tassazione del fondo patrimoniale

Lo sai che? Pubblicato il 16 febbraio 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 16 febbraio 2017

Voglio costituire con mia moglie un fondo patrimoniale dove inserire l’immobile di mia proprietà dove svolgo l’attività lavorativa. Oltre alle spese notarili, devo pagare imposte/tasse?

In via generale si può rispondere affermativamente alla domanda del lettore. Non è facile, però, determinare la quantità e la tipologia delle imposte che dovrà in concreto versare. Tutto dipende, in concreto, da come giuridicamente deciderà di costituire il fondo patrimoniale per meglio rispondere alle sue specifiche necessità ed esigenze. Difatti, ad esempio, è importante verificare il titolo in forza del quale trasferirà la proprietà dell’immobile in capo al fondo patrimoniale, nonché l’uso e l’amministrazione che riserverà poi allo stesso. In più, essendo il lettore imprenditore e avendo ad oggetto il fondo un bene immobile, vi sono una serie di regole specifiche in materia tributaria. Solo a titolo esemplificativo, nel caso in cui nel fondo patrimoniale venga conferito un bene immobile, i tributi da considerare sono:

  1. imposta di registro al 9% del valore dichiarato nell’atto pubblico di costituzione del fondo;
  2. imposta donazioni e successioni se il trasferimento del bene avviene a titolo gratuito;
  3. imposta ipotecaria e di trascrizione al 2%.

A queste, di tipo indiretto, va poi aggiunta anche quella sul reddito, a seconda di come concretamente risulterà l’uso e l’amministrazione giuridica dell’immobile.

La questione è particolarmente complessa e dipendente da una serie di fattori specifici. Per questi motivi, il consiglio pratico è quello di concordare un appuntamento con un notaio di fiducia al quale, senza peli sulla lingua, si dovranno esporre specificamente necessità e intenti e concordare le specifiche modalità sia di conferimento dell’immobile nel fondo (in pratica a che titolo trasferire l’immobile in proprietà del fondo) sia tutte le questioni specifiche all’utilizzazione ed alla amministrazione dello stesso, dipendendo da questi aspetti (molto variabili e diversificati) l’ammontare specifico di tasse ed imposte che dovrà poi versare. È solo con riguardo specifico a tutti i fattori concreti della costituzione del fondo patrimoniale che si potrà, in altri termini, quantificare dettagliatamente l’ammontare dei tributi dovuti.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Antonio Ciotola


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI