Tech | Articoli

iPad: le ragioni di un acquisto

19 ottobre 2011 | Autore:


> Tech Pubblicato il 19 ottobre 2011



Pregi e difetti, vantaggi e svantaggi, costi e trucchi del nuovo Ipad.

Apple ha venduto nel mondo 10 milioni di iPad, la tavoletta delle meraviglie che fa bella mostra di sé non solo nei negozi d’informatica, ma anche in tutti i punti vendita di telefonia. In questi giorni le offerte dei vari operatori mobile sono diventate molto allettanti e consentono di avere il tablet sottoscrivendo un abbonamento che comprende anche il traffico dati per navigare su Internet.

In altre parole, pagando una rata mensile, si può avere sia l’iPad sia la Sim con l’abbonamento per navigare sul Web. Ma questo dispositivo è davvero utile? Può sostituire il nostro vecchio PC portatile? Vediamo di rispondere a queste e altre domande per aiutare chi ci legge a capire se davvero vale la pena acquistarlo o potrebbe rivelarsi una spesa inutile di cui ci si stuferebbe presto.

Iniziamo a dire che l’iPad non telefona, o almeno non lo fa nel senso che tutti noi intendiamo. La versione con la Sim consente di utilizzare la scheda telefonica per navigare su Internet, sfruttando la rete cellulare quando non è disponibile una connessione WiFi. Non può essere utilizzato, però, né per telefonare né per inviare SMS. Le chiamate possono essere eseguite attraverso la rete dati utilizzando uno dei tanti programmi VoIP come Skype. In questo caso, le chiamate tra utenti che utilizzano lo stesso programma (come ad esempio Skype) sono gratuite. Se invece si vuole telefonare su un numero di rete fissa o cellulare si devono considerare due cose: l’iPad deve disporre di una connessione a Internet (WiFi o 3G) e per chiamare si dovrà prima acquistare un certo credito telefonico col servizio VoIP da utilizzare.

L’iPad è un computer? Anche in questo caso la risposta è “ni”. Dipende da cosa si intende per computer e per cosa lo si utilizza. Molti oggi acquistano un portatile per navigare sul Web, scaricare la posta elettronica, scambiare messaggi in chat, scrivere qualche documento di testo o vedere un film. Queste attività possono essere svolte dall’iPad e anche in modo migliore. È molto più trasportabile di un qualsiasi notebook, la batteria dura dieci ore e, se non ci si trova bene con la tastiera, si può sempre acquistarne una fisica esterna compatibile. Niente mouse, però, né col filo, né col Bluetooth.

La navigazione sul Web è sicuramente uno dei punti di forza dell’iPad, ma non tutti i siti web sono compatibili. Infatti, il browser della tavoletta di Apple non è lo stesso del classico computer. Non tutte le pagine Web possono essere consultate e non si tratta solo di un problema relativo ai siti in Flash, componente che non è supportato. Molti utilizzano servizi online per accedere a database utili al loro lavoro. Questi servizi potrebbero non essere compatibili.

Per tutti gli altri siti, invece, l’iPad è molto più semplice e immediato. Non occorre attendere il lungo caricamento del sistema operativo del PC e con semplici tocchi sullo schermo si possono consultare pagine di gossip, quotidiani online, fare ricerche su Google e tantissimo altro. Molti siti, poi, hanno anche l’applicazione che consente di accedere ai suoi servizi in modo ancora più facile. Basti pensare a Facebook, tanto per fare un esempio.

L’App Store è uno dei punti di forza dell’iPad. Ci si possono trovare centinaia di migliaia di applicazioni, di cui moltissime disponibili gratuitamente. Ci sono app per gestire e manipolare le foto, altre che trasformano la tavoletta in un navigatore satellitare e tantissimi giochi che non hanno nulla da invidiare alle console.

Queste applicazioni sono realizzate per sfruttare in modo ottimale l’hardware dell’iPad che però è molto più limitato rispetto a quello di un vero PC. Non si possono, quindi, svolgere le attività tipiche di un vero computer. Niente programmi di grafica avanzata o che richiedono prestazioni elevate. Apple, poi, adotta una politica molto restrittiva sulle applicazioni pubblicabili sul suo Store. Non troveremo mai programmi per il filesharing come eMule, né applicazioni dai contenuti violenti o contrari alla morale comune. Sull’iPad si può installare solo quello che si trova sull’App Store.

L’iPad può essere utilizzato anche come un eBook reader, ma non è da consigliare a chi vuole solo un dispositivo per leggere i libri in formato elettronico. I normali eBook reader costano molto meno, sono più piccoli e leggeri e hanno un particolare display con tecnologia E-Ink che offre la stessa esperienza di lettura di una pagina stampata. Il display dell’iPad è sì a colori, ma sotto la luce del sole non è molto pratico a causa dei riflessi e consuma molto di più.

Molto versatile è l’utilizzo del tablet Apple anche per chi prende spesso parte a conferenze e necessita di mostrare presentazioni video o, semplicemente, vuol solo conservare una scaletta del discorso, senza ricorrere ai consueti fogli di carta.

Se, dopo tutte queste considerazioni, si è deciso di acquistare l’iPad, si pone il problema di quale versione scegliere. In sostanza le domande da farsi sono: se prenderlo con la Sim e con quale memoria. Nel primo caso bisogna considerare dove si utilizzerà prevalentemente il tablet. Se lo useremo soprattutto in casa o in ufficio, dove è disponibile una connessione WiFi, possiamo scegliere quello privo del modulo 3G. Se, invece, vogliamo utilizzare l’iPad quando usciamo, in viaggio o in altri ambienti dove non è disponibile un hotspot, la scelta del modello con la Sim è quasi obbligata. Il 90% delle funzionalità del tablet di Apple diventano inutilizzabili senza una connessione dati e si correr il rischio di trovarsi con un dispositivo senza alcuna utilità. Va però ricordato che i nuovi smartphone, tra cui lo stesso iPhone 4, posso essere utilizzati come hotspot per condividere la connessione dati con l’iPad.

Anche la scelta della memoria interna è importantissima. L’iPad non ha alcun slot per aggiungere una scheda di memoria o una porta USB dove collegare una pendrive o un hard disk esterno. L’unica memoria a disposizione è quella interna. I modelli disponibili sono da 16, 32 e 64 GB. C’è da dire che Apple si fa pagare salata la memoria: la differenza di prezzo tra un modello e un altro è di ben 100 euro. Per risparmiare, si potrebbe scegliere quello con la memoria inferiore, ma è facile riempire 16 GB di hard disk. Questa memoria viene utilizzata anche per il sistema operativo e per le applicazioni. Basta qualche app e qualche video e lo spazio a disposizione finisce. Tanto per fare qualche esempio, un film in HD occupa anche più di 1 GB, così come tanti giochi e i programmi di navigazione satellitare. Il consiglio è quello di scegliere almeno il modello da 32 GB visto che non è possibile espandere la memoria successivamente.  In parte il problema della memoria potrebbe essere risolto dal nuovo servizio iCloud da poco lanciato dalla stessa Apple col nuovo iOS 5.

Sicuramente i motivi per acquistare l’iPad sono tantissimi: diversamente Apple non ne avrebbe venduti così tanti. Alcuni pensano che sia uno smartphone con un display più grande, altri lo considerano un PC più portatile. L’iPad non è né l’uno né l’altro, ma ha alcune cose di entrambi. Rappresenta, quindi, un nuovo dispositivo che va a rispondere ad alcune istanze che prima non venivano considerate. Oggi l’accesso al Web e ai suoi servizi è diventato indispensabile in diversi aspetti della nostra vita, dal lavoro al divertimento. E l’iPad ci rende il tutto più semplice e immediato, superando anche tutte quelle difficoltà che per anni hanno tenuto lontane molte persone dai computer.

Pregi Difetti
Trasportabilità
Autonomia della batteria
Semplicità d’uso
Accesso al Web in mobilità
App Store con tantissimi giochi e applicazioni
Display capacitivo da 9,7 pollici
Sistema di geolocalizzazione che lo può trasformare in un navigatore satellitare
Performance adeguate alla fruizione di contenuti in HD
Eccellente qualità costruttiva
Design elegante
Supporto postvendita eccellente
Prezzo elevato
Memoria non espandibile
Non ha la porta USB e lo slot per le  memory  card
Non supporta i siti in Flash
Sistema operativo proprietario un po’ chiuso
Dotazione essenziale: ogni accessorio si paga e non poco
Costi assistenza elevati
Non può essere utilizzato per il filesharing
Non può essere utilizzato per le chiamate cellulare


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

9 Commenti

  1. Ottimo articolo. Vorrei però sapere se posso connettere l’iPad ad una televisione (con un qualsiasi cavo) per fare vedere una presentazione oppure ad un video proiettore, oppure se devo avere per forza la Apple-TV.

    Quanto dura la batteria? Se devo fare un viaggio in treno di 5 ore, ce la faccio a vedermi due film o mi lascia a metà? C’è un modo per ricaricare le batterie anche se non c’è una presa elettrica?

    1. Si, è possibile connettere l’iPad alla TV acquistando il cavo opzionale. La batteria dura circa 10 ore. Per ricaricare occore una presa di corrente o un PC Mac perchè le porta USB dei portatili Windows di solito non supportano la ricarica per l’iPad ma solo per l’iPhone.

  2. diciamo che l’ipad 2, uscito parecchi mesi fa, ha “ovviato” a tanti problemi dell’ipad 1 come quello della predisposizione della usb ed sd card slot.

    1. Beh, non è proprio così. Innanzitutto le mie valutazioni sono volutamente generiche sull’iPad, senza scendere nelle differenze tra iPad 1 e iPad 2. Le limitazioni che evidenzio, quindi, sono relative al tablet di Apple e non ha un modello specifico. La mancanza dello slot per le SD e la mancanza di una porta USB, ad esempio, è un problema che coinvolge entrambe le versioni. L’iPad 2 è più veloce, più sottile, ha la fotocamera e supporta alcune funzioni multimediali in più, ma la piattaforma software è la stessa e quindi anche la compatibilità dei siti col browser integrato non cambia. Il mio, quindi, è un articolo più incentrato sulla piattaforma tablet di Apple in senso lato e non su un modello in particolare. L’iPad, poi, non è l’unico tablet in circolazione, ma è quello più venduto. Ci sarà spazio in futuro per analizzare anche i tablet Android in attesa che arrivino quelli con Windows 8.

  3. sono negli U.S.A.,acquisto un IPad 2 64 GB ,3g e Wi-Fi e mi assicuro di acquistare un AT&T,che pare funzioni bene in Italia,e quindi lo utilizzo subito là in vacanza tramite il servizio Wi-Fi dell’Hotel ed al ritorno lo metto nel bagaglio a mano.Debbo dichiararlo pur essendo già stato usato?

  4. Pingback: Il New iPad è davvero così rivoluzionario?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI