HOME Articoli

Lo sai che? In quanto si prescrivono i crediti Inps?

Lo sai che? Pubblicato il 21 febbraio 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 21 febbraio 2017

A novembre 2005 mi è stata notificata una cartella esattoriale. A ottobre 2015 mi è stata inviata una nuova notifica per interrompere la prescrizione. I crediti Inps non si prescrivono in 5 anni?

Il lettore potrebbe inoltrare all’Inps (e all’Ente della Riscossione per conoscenza) una istanza in autotutela chiedendo che sia sgravato l’importo a suo carico, invocando l’intervenuta prescrizione quinquennale dei contributi (purtroppo questa istanza non potrà produrre il risultato di sospendere automaticamente, fino alla risposta, la procedura esecutiva – cioè la possibilità per l’Ente Riscossore di disporre fermi, ipoteche e di eseguire pignoramenti – perché la sospensione automatica è concessa a condizione che l’istanza sia inoltrata entro sessanta giorni dalla notificazione dell’atto e nel caso del lettore, purtroppo, l’atto è stato notificato ad ottobre 2015).

In ogni caso, a questa istanza in autotutela (che, ripeto, non sospenderebbe le possibili azioni esecutive) l’Inps dovrebbe fornire risposta.

Si potrebbe anche impugnare l’atto notificato ad ottobre 2015 con una opposizione all’esecuzione [1], con una azione giudiziale, cioè, che può essere proposta senza alcun termine.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Angelo Forte 

note

[1] Art. 615 cod. proc. civ.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI