HOME Articoli

Lo sai che? Quando denunciare il vicino di casa

Lo sai che? Pubblicato il 1 febbraio 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 1 febbraio 2017

Se, dopo vari tentativi, il tuo vicino di casa continua a disturbarti con rumori molesti, violazioni di domicilio o violazione della privacy, puoi denunciarlo.

Se sei stanco ormai di dire al tuo vicino di casa di non spostare sempre i mobili, di abbassare il volume della radio almeno di notte, di fare qualcosa per evitare che il suo cane abbai senza tregua o se non ne puoi più di vedere che entra nel garage di tua proprietà e viola insistentemente la tua privacy, sappi che puoi denunciarlo. Infatti, sei in presenza di alcuni tra i reati previsti e sanzionati dal codice penale a tutela della libertà e della tranquillità pubblica e privata. Ma andiamo con ordine e cerchiamo di capire quali reati commette il tuo vicino in tutti i casi che abbiamo citato.

Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone

Il reato di disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone si realizza quando un soggetto:

  • provoca schiamazzi o rumori;
  • esagera nell’uso di strumenti sonori (pensiamo a chi si esercita in casa a suonare la tromba) o di segnalazioni acustiche (è il caso di chi suona il clacson dell’auto continuamente);
  • suscita o non impedisce rumori forti da parte di animali (si tratta di chi non riesce ad impedire che il cani abbai tutta la notte);
  • disturba le occupazioni o il riposo delle persone;
  • esercita una professione o un mestiere rumoroso contro le disposizioni di legge o le prescrizioni dell’autorità.

In quest’ultimo caso la pena prevista è dell’ammenda da euro 103 ad euro 516; negli altri casi è invece previsto l’arresto fino a 3 mesi o l’ammenda fino ad euro 309 [1].

Perché il comportamento che stiamo analizzando sia punito dalla legge come reato è necessario che sia astrattamente idoneo a disturbare la maggior parte degli occupanti dello stabile condominiale, anche se poi sia solo una persona (ad esempio tu) a lamentarsene [2].

Per essere più chiari facciamo un esempio. Se un ragazzo, in un condominio, suona la batteria elettrica di mattina, mentre quasi tutti gli altri condomini sono al lavoro, di fatto (quindi in concreto), disturba solo te che sei a casa a studiare per un esame. Questo non giustifica il ragazzo (musicista) del nostro esempio che potrà essere punito ugualmente in quanto la sua condotta, in astratto, reca disturbo a tutti (nel senso che se i condomini fossero tutti in casa di mattina, sarebbero tutti disturbati).

È chiaro che sarà necessario un accertamento in concreto della lesività potenziale dell’attività rumorosa.

Violazione di domicilio

La violazione di domicilio è un reato e lo commette:

  • chiunque entri o si trattenga nell’abitazione di un terzo o nelle sue appartenenze contro la volontà di quest’ultimo;
  • chiunque si introduca con l’inganno (o in maniera subdola) nella dimora privata di un’altra persona.

Perché tu possa denunciare il tuo vicino, è necessario che si introduca nella tua abitazione o nella tua proprietà, sapendo di farlo contro la tua volontà.

La pena prevista è della reclusione dai sei mesi a tre anni; se il fatto è commesso con violenza sulle cose (per esempio se il vicino scassini addirittura la serratura di un portoncino per entrare nel tuo giardino) la pena è da uno a cinque anni [3].

Si precisa che per luogo di privata dimora si intende qualsiasi luogo nel quale un soggetto si soffermi per svolgere un’attività inerente alla propria vita, mentre per appartenenze si intendono i luoghi accessori predisposti per il miglior godimento della privata dimora (quali ad esempio giardini, androni e balconi).

Violazione della privacy e molestie o disturbo alle persone

Puoi denunciare il tuo vicino per il reato di molestie se:

  • ti molesta o ti disturba;
  • per arroganza, per insofferenza o per altro biasimevole motivo;
  • in un luogo pubblico o aperto al pubblico [4].

Per luogo pubblico si intende ad esempio una piazza o un giardinetto pubblico nei quali chiunque può accedere liberamente; i luoghi aperti al pubblico, invece, sono luoghi di proprietà privata ai quali è consentito l’accesso secondo le modalità stabilite dal proprietario (si tratta, ad esempio, del cinema, del terrazzo condominiale o del lastrico solare).

Ciò significa che:

  • se il tuo vicino ti spia continuamente dalla sua finestra di casa non commetterà reato;
  • se, invece, ti spia continuamente dal terrazzo condominiale commetterà illecito penale e potrà essere sanzionato penalmente.

É necessario che la condotta sia reiterata (ovvero ripetuta più volte) altrimenti non vi sarà molestia [5].

Se il tuo vicino ti disturba con schiamazzi e rumori vari, se si introduce nella tua proprietà senza la tua autorizzazione, se ti spia dal terrazzo condominiale, puoi sporgere querela nei suoi confronti e  (qualora il pubblico ministero riterrà integra la fattispecie delittuosa) ne nascerà un procedimento penale a suo carico.

Si badi bene, questi sono soltanto alcune delle condotte del vicino di casa che integrano reato penale.

note

[1] Art. 659 cod. pen.

[2] Cass., sent. n. 6546 dell11.2.2013.

[3] Art. 614 cod. pen.

[4] Art. 660 cod. pen.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

  1. salve e la prima volta che scrivo,, chiedo: se il vicino disturba con martellate sui muri e sui termosifoni e sbatte le sedie sul pavimento, e ache dopo averlo richiamato più volte lui continua a farlo solo ed esclusivamente per dare fastidio, lo richiami alzando un po la voce, e lui risponde insultando con parolacce e minacce, si può denunciare?? grazie..

  2. Salve ,
    I miei vicini mi fissano dal balcone, può essere considerato una violazione della privacy e quindi è possibile denunciarlo?
    Grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI