Diritto e Fisco | Articoli

Che rischio se entro per sbaglio in un terreno altrui?

6 febbraio 2017


Che rischio se entro per sbaglio in un terreno altrui?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 6 febbraio 2017



Se, durante una passeggiata, sconfino nel giardino o in un terreno altrui e, appena me ne accorgo, ne esco, rischio il reato di violazione del domicilio?

Il reato di violazione di domicilio si estende non solo alla casa, ma a tutte le pertinenze attorno ad essa: quindi, non c’è bisogno di addentrarsi tra le mura dell’abitazione per commettere l’illecito penale, ma è sufficiente anche l’invasione di un terreno o del giardino prospiciente la casa. Tuttavia, perché possa scattare il reato, è necessaria la malafede – ossia la consapevolezza del fatto che il terreno appartiene a un’altra persona, a prescindere dallo scopo dell’invasione. La giurisprudenza [1] ha infatti chiarito che ai fini della configurabilità della violazione di domicilio [2], è richiesto il «dolo generico», ossia la coscienza e volontà di introdursi nell’altrui abitazione (o nelle pertinenze di essa) contro la volontà del proprietario (mentre è irrilevante il fine propostosi dall’agente).

Non si può neanche parlare del diverso reato di invasione di terreni o edifici [3] perché tale illecito scatta solo se la permanenza è protratta e non per un tempo risicato. Anche in questo caso, peraltro, è necessario il dolo, ossia l’intenzione di occupare l’immobile e trarne profitto, cosa che non si concilia con l’atteggiamento di chi, per sbaglio, cammina sul terreno di un’altra persona.

In buona sostanza, se i confini del terreno non sono evidenti, il proprietario non può contestare al passante che, inavvertitamente, abbia camminato sul proprio terreno. Viceversa se era presente un cancello o un muretto, diventerà molto più difficile per il passante dimostrare la propria buona fede e l’assenza di dolo. Nel qual caso, si potrebbe avviare una querela. Ma se il terreno era abbandonato, anche in presenza di malafede non è possibile sporgere alcuna querela. Vale infatti quanto abbiamo già detto nell’articolo Entrare in un edificio abbandonato è reato?

note

[1] Trib. Campobasso, sent. n. 770/2016.

[2] Art. 614 cod. pen.

[3] Art. 633 cod. pen.

Autore immagine 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI