Diritto e Fisco | Articoli

Si può destinare il parcheggio condominiale solo agli ospiti?

1 Marzo 2017
Si può destinare il parcheggio condominiale solo agli ospiti?

Ho un furgone di proprietà del mio datore di lavoro che porto a casa e metto nel parcheggio comune. Gli altri condomini vogliono destinare il parcheggio solo agli ospiti. Come posso evitarlo?

Se l’area utilizzata per parcheggio condominiale ha avuto questa destinazione in virtù di disposizione contenuta nel regolamento condominiale e/o negli atti di acquisto e/o è stata comunque fin dalla nascita del condominio utilizzata come area destinata a parcheggio dei veicoli dei condomini, l’assemblea condominiale potrebbe oggi deliberarne l’utilizzo quale parcheggio esclusivamente destinato agli ospiti dei condomini solo con il consenso di tutti i condomini e ciò perché si tratterebbe in sostanza di delibera tesa ad escludere permanentemente i condomini dall’utilizzo di un bene comune. La delibera, perciò, se adottata non all’unanimità (cioè se adottata senza il consenso di tutti i 1000 millesimi) sarebbe da considerarsi nulla e ciò anche perché, da ciò che emerge dal quesito, si tratterebbe di delibera che concederebbe anche gratuitamente l’uso di tale area a soggetti estranei al condominio impedendone l’uso a tutti gli aventi diritto (cioè i singoli condomini comproprietari pro quota dei beni che formano oggetto del condominio).

Una possibile soluzione alternativa potrebbe essere quella di concedere in affitto l’area (da parte dei condomini che non volessero utilizzarla) solo a quelli che, invece, volessero utilizzarla per parcheggiarvi, i quali poi sarebbero tenuti a pagare periodicamente una somma a titolo di affitto (per l’occupazione delle quote ideali che eccedono quelle corrispondenti ai loro millesimi) agli altri condomini che non ne usufruissero.

 

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Angelo Forte 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube