Inps contributi 2017, aumenti per commercianti e artigiani

7 Febbraio 2017 | Autore:
Inps contributi 2017, aumenti per commercianti e artigiani

L’Inps, con una nuova circolare, ha comunicato i contributi dovuti per il 2017 per gli iscritti alle gestioni artigiani e commercianti: nuovi aumenti.

Resta uguale il reddito minimale, ma aumentano le aliquote contributive (cioè le percentuali relative ai contributi previdenziali da pagare, calcolati sul reddito) dovute nel 2017 dagli iscritti alle gestioni speciali degli artigiani e dei commercianti: anche quest’anno, dunque, continuano a salire i contributi Inps a carico di artigiani e commercianti. Lo ha comunicato l’istituto stesso, con una circolare recentemente pubblicata [1].

 

Artigiani e commercianti: contributi 2017

In particolare, le aliquote contributive da applicarsi sul reddito per il 2017 sono pari al:

  • 23,55% per gli artigiani;
  • 23,64% per i commercianti;
  • 20,55% per i coadiutori artigiani di età inferiore a 21 anni;
  • 20,64% per i coadiutori commercianti di età inferiore a 21 anni.

Il reddito minimale sul quale la contribuzione deve essere versata è lo stesso valido nel 2015 e 2016, pari a 15.548 euro; di conseguenza il contributo minimale obbligatorio da liquidare ammonta a:

  • 3668,99 euro (3661,55 contributo IVS più 7,44 contributo maternità) per gli artigiani;
  • 3682,99 euro (3675,55 contributo IVS più 7,44 contributo maternità) per i commercianti;
  • 3202,55 euro (3195,11 contributo IVS più 7,44 contributo maternità) per i coadiutori artigiani di età inferiore a 21 anni;
  • 3216,55 euro (3209,1contributo IVS più 7,44  contributo maternità) per i coadiutori commercianti di età inferiore a 21 anni.

 

Artigiani e commercianti: contributi eccedenti il minimale

Se il reddito eccede il minimale di 15.548 euro annui, si applicano le aliquote contributive esposte nel paragrafo precedente, sino al limite della prima fascia di retribuzione annua pensionabile pari, per il 2017, all’importo di 46.123 euro.

Per i redditi superiori a 46.123 euro annui, l’aliquota aumenta di un punto percentuale; le aliquote contributive sul reddito oltre il minimale, pertanto, risultano determinate come segue:

  • 24,55% per gli artigiani;
  • 24,64% per i commercianti;
  • 21,55% per i coadiutori artigiani di età inferiore a 21 anni;
  • 21,64% per i coadiutori commercianti di età inferiore a 21 anni.

Artigiani e commercianti: date di pagamento dei contributi 2017

I contributi sul minimale devono essere versati, mediante i modelli di pagamento unificato F24, in 4 rate di pari importo, entro le seguenti scadenze:

  • 1° rata: 16 maggio 2017;
  • 2°rata: 21 agosto 2017;
  • 3° rata: 16 novembre 2017;
  • 4° rata: 16 febbraio 2018.

I contributi eccedenti il minimale devono essere invece versati entro i termini previsti per il pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche: saldo 2016, primo acconto 2017 e secondo acconto 2017.

Gli importi eccedenti il minimale relativi ai redditi 2017 saranno dunque spostati, rispettivamente, al giugno ed al novembre 2018.


note

[1] Inps Circ. n. 22/2017.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

4 Commenti

  1. certo, per gli artigiani aumenti a raffica vorrei capire come mai chi fa business con il prosecco ( non è agricoltura) con il vino non mangi , non paga nulla, tasse irrisorie. Una presa in giro nei confronti degli arigiani massacrati ogni tre per due.

    1. Pagano sempre gli stessi e se non ci rientri sia nel fisso sia nel superamento del minimale deciso da loro sei evasore INPS ladro perche’ non ti prendi gli aumenti dalle pensioni d’oro ??? non hanno versato i contributi per ricevere quella cifra . ne ho gia’ versati tanti in 26 anni che mi sarei comprata una palazzina a 6 piani e poi devo aspettare a 67 anni per avere 600€ al mese Boeri ucciditi

  2. poveri artigiani ci fanno chiudere tutti non possiamo pagare tutto noi lavoriamo per pagare tutte queste voci Cristina

Rispondi a Rizzo Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube