Tech Come verificare se i dispositivi IoT sono a prova di hacker

Tech Pubblicato il 8 febbraio 2017

Articolo di




> Tech | Cos'è Tech? Pubblicato il 8 febbraio 2017

BullGuard IoT Scanner ci permette di verificare le vulnerabilità dei nostri dispositivi connessi a internet, dalle smart del TV alle videocamere di sicurezza.

Attraverso il tool online BullGuard IoT Scanner, possiamo controllare se i nostri dispositivi connessi a internet sono a prova di hacker. Oggi in casa sono tanti i dispositivi che sono connessi ad internet. Per farne qualche esempio basti pensare alle smart tv, alle videocamere di sicurezza, ai termostati intelligenti, alle web radio e così via. Tutti questi dispositivi fanno parte dell’internet delle cose, ovvero dell’IoT (The Internet of Things).

L’IoT negli ultimi tempi ha avuto una larghissima diffusione perché questi dispositivi intelligenti ci rendono la vita migliore attraverso una serie di servizi prima impensabili. Possiamo ad esempio controllare da remoto la casa per verificare che non vi siano dei ladri oppure possiamo attivare l’impianto di climatizzazione prima di rientrare.

L’IoT ci permette di fare cose prima impossibili ma al tempo stesso pone nuove questioni relative alla sicurezza. Se ci sono falle nel software di questi dispositivi, un hacker potrebbe sfruttarle per violarli e prenderne il controllo da remoto. Potrebbe ad esempio accedere alle immagini della ip cam per sapere quando non siamo in casa e fare un furto, rubarci la password del WiFi, aprire le porte di casa e intrufolarsi a nostra insaputa e così via.

Usando la web app realizzata da BullGuard, leader nella sicurezza informatica, possiamo verificare la presenza di queste vulnerabilità nei dispositivi connessi a internet che abbiamo installato in casa. Per farlo vengono usati i dati di Shodan.io, il primo motore di ricerca per i dispositivi connessi ad internet. Se un dispositivo è accessibile, viene verificata la presenza di eventuali vulnerabilità.

Per utilizzare il tool BullGuard IoT Scanner andiamo su iotscanner.bullguard.com e clicchiamo sul tasto Check if I am on Shodan. Se è tutto ok e non ci sono dispositivi accessibili da internet, visualizzeremo un messaggio come quello di seguito.

In caso contrario clicchiamo su deep scan per verificare la presenza di eventuali vulnerabilità. Se il dispositivo viene giudicato poco sicuro, BullGuard IoT Scanner ci fornisce alcuni consigli per rimediare al problema.

BullGuard ci mette a disposizione anche una guida in inglese ma molto semplice per spiegarci cosa sono i dispositivi IoT, quali sono i rischi cui andiamo incontro e fornisce anche tre semplici consigli per mettere al sicuro la nostra rete: impostare una password sullo smartphone, cambiare la password predefinita per accedere al pannello di amministrazione del nostro router e cambiare la password predefinita del WiFi.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI