HOME Articoli

Lo sai che? Dopo quanto tempo viene notificata una denuncia?

Lo sai che? Pubblicato il 9 febbraio 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 9 febbraio 2017

Se è stata sporta querela nei tuoi confronti ne riceverai notizia solo quando le indagini saranno concluse o, prima, con l’invito ad eleggere domicilio.

Se qualcuno ti ha denunciato, sappi che la legge non prevede nessuna notifica della querela. Il primo atto che potrebbe (eventualmente) esserti notificato è il verbale di elezione di domicilio; in mancanza, verrai a conoscenza della denuncia – querela sporta nei tuoi confronti solo con la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari (dopo massimo sei mesi dall’iscrizione della notizia di reato o dopo un anno, se si tratta di alcuni reati più gravi). Qualora il pubblico ministero non riesca a concludere le indagini entro i tempi previsti dalla legge, dovrà chiedere al giudice (gip) una proroga e quest’ultima dovrà esserti notificata. La denuncia per reati più gravi, per i quali è prevista l’applicazione di una misura cautelare, sarà certamente riportata nell’ordinanza con cui è disposto l’arresto.

Quando si concludono le indagini?

Se denunci un fatto illecito e quest’ultimo non risulta manifestamente infondato, gli atti saranno trasmessi ad un pubblico ministero che svolgerà le indagini per la ricerca della verità [1].

Le indagini hanno una durata massima di sei mesi dal momento in cui il fatto denunciato è stato iscritto nel registro delle notizie di reato [2]; tale termine è, invece, di un anno [3] se si indaga per i seguenti delitti:

  • devastazione, saccheggi e stragi [4];
  • guerra civile [5];
  • associazioni di tipo mafioso anche straniere [6];
  • strage [7];
  • contrabbando nonché associazione per delinquere finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati esteri (nelle ipotesi aggravate) [8];
  • sottrazione e trattenimento di minore all’estero [9];
  • rapina [10];
  • estorsione [11];
  • sequestro di persona a scopo di estorsione [12];
  • commessi per finalità di terrorismo o di eversione dell’ordinamento costituzionale per i quali la legge stabilisce la pena della reclusione non inferiore nel minimo a 5 anni o nel massimo a 10 anni;
  • associazione sovversiva [13];
  • banda armata, formazione e partecipazione [14];
  • illegale fabbricazione, introduzione nello Stato, messa in vendita, cessione, detenzione e porto in luogo pubblico o aperto al pubblico di armi da guerra o tipo guerra o parti di esse, di esplosivi, di armi clandestine nonché di più armi comuni da sparo;
  • produzione e traffico illecito di sostanze psicotrope e stupefacenti, nonché associazione finalizzata a tale traffico [15];
  • riduzione o mantenimento in schiavitù o servitù [16];
  • prostituzione minorile [17];
  • pornografia minorile [18];
  • tratta di persone [19];
  • acquisto o alienazione di schiavi [20];
  • violenza sessuale [21].

Nei casi di giusta causa o di particolare complessità delle indagini ovvero di oggettiva impossibilità di concluderle entro il termine, il pubblico ministero può chiedere la proroga di suddetti termini. Ciascuna proroga può essere autorizzata dal giudice per un tempo non superiore ai sei mesi [22] e la durata massima delle indagini non può superare in ogni caso 18 mesi, o 24 mesi se si tratta dei delitti suelencati [23].

 

Quando avrò notizie della querela?

La denuncia non viene mai notificata, ma il soggetto che è stato denunciato può averne notizia in diversi momenti.

Se sei sottoposto ad indagini per reati meno gravi:

  • il più delle volte ne verrai a conoscenza soltanto con la notifica della conclusione delle indagini preliminari, atto nel quale viene enunciato il fatto per il quale si procede, le norme violate, la data ed il luogo in cui sarebbe stato commesso, con l’avvertimento che tutta la documentazione relativa alle indagini espletate è depositata presso la segreteria del pubblico ministero (neanche in quel caso riceverai la notifica della querela, ma potrai prenderne visione ed estrarne copia, personalmente o attraverso il tuo difensore) [24];
  • in altri casi, potrai venire a conoscenza della querela con la notifica del verbale di elezione di domicilio, atto con il quale l’autorità giudiziaria ti comunica che esiste un procedimento penale nei tuoi confronti (sorto a seguito di querela) e ti invita ad indicare un domicilio presso il quale vuoi ricevere gli atti del processo e a nominare un difensore di fiducia [25]. In questo caso gli atti sono ancora segretati, per cui saprai che qualcuno ti ha querelato ma non potrai leggere la querela.

In caso di richiesta di proroga delle indagini preliminari da parte del pubblico ministero, verrai a conoscenza delle indagini prima che le stesse siano state completate e (per tale motivo), come nel caso di notifica del verbale di elezione di domicilio, non potrai prenderne visione [26].

Se sei stato denunciato per reati più gravi (come ad esempio un omicidio), a prescindere dalle indagini, verrai a conoscenza della denuncia nel momento in cui la procura della Repubblica eseguirà nei tuoi confronti l’ordinanza di custodia cautelare con cui ti arresterà.

La notifica della querela non è prevista dalla legge, ma potrai averne piena conoscenza solo con l’avviso di conclusione delle indagini preliminari che ti consentirà di prendere visione di tutti gli atti raccolti contro di te.

note

[1] Art. 50 cod. proc. pen.

[2] Art. 405 cod. proc. pen.

[3] Art. 407 cod. proc. pen.

[4] Art.  285 cod. pen.

[5] Art. 286 cod. pen.

[6] Art. 416 bis cod. pen.

[7] Art. 422 cod. pen.

[8] Art. 291-ter, comma 2 lett. a), d) ed e), art. 291-quater, comma 4, DPr n. 43 del 23.1.1973.

[9] Art. 575 cod. pen.

[10] Art. 628, comma 3, cod. pen.

[11] Art. 629, comma 2, cod. pen.

[12] Art. 630 cod. pen.

[13] Art. 270 cod. pen.

[14] Art. 306 cod. pen.

[15] Art. 73, limitatamente alle ipotesi aggravate ai sensi dell’articolo 80, comma 2, e 74, DPR n.  309 del 9.10.1990.

[16] Art. 600 cod. pen.

[17] Art. 600 bis cod. pen.

[18] Art. 600 ter cod. pen.

[19] Art. 601 cod. pen.

[20] Art. 602 cod. pen.

[21] Art. 609 bis. cod. pen. nelle ipotesi aggravate.

[22] Art. 405 cod. proc. pen.

[23] Art. 407 cod. proc. pen.

[24] Art. 415 bis cod. proc. pen.

[25] Art. 161 cod. proc. pen.

[26] Art. 406 cod. proc. pen.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

4 Commenti

  1. Salve volevo sapere cosa succede dopo che io ho fatto la querela a proprietario di casa che mi ha rubato acqua e che sono beccati anche dai carabinieri non mi hanno nemmeno pagato la bolletta di 700euro guadagno qualcosa o in questi tempi e solo perdita di tempo loro sono ricchi e noi stranieri

  2. Buongiorno. Chiedo dopo quanto tempo da una eventuale denuncia-querela di minaccia o minaccia grave iscrivono nel registro degli indagati ed e’ possibile saperlo con richiesta ex art.335c.p.p.-Grazie

  3. Mi hanno informato che dovrebbe mio marito è stato querelato da un vicino. La querela potrebbe arrivarmi oltre i tempi previsti dalla legge e mi hanno detto che a quel punto non posso più difendermi. Confermate? Allora come posso muovermi? Grazie

  4. Buongiono io mi sono preso prima un ammenda puoi sono stato denuciato un altra volta dalla stessa persone una ne fatto nel 2012 che mi sono preso una ammmenda e una nel 2014 e dencia mi arrivato ora la fine degli indagine la denucua fatta nel 2014 puo andare perscrita grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI