HOME Articoli

Le Guide Ricorso multa: contro chi va presentato?

Le Guide Pubblicato il 10 febbraio 2017

Articolo di




> Le Guide Pubblicato il 10 febbraio 2017

Legittimazione passiva ricorso contro verbale di multa: tutti i casi.

Chi decide di impugnare la multa elevata per violazione al codice della strada e presentare ricorso al Giudice di Pace, deve per prima cosa individuare, oltre al giudice territorialmente competente, il corretto destinatario del ricorso (cosiddetto legittimato passivo).

La questione della legittimazione passiva in materia di ricorsi contro le multe, non è poi così scontata, o almeno non è stata di facile soluzione fino a qualche tempo fa, quando i giudici avevano orientamenti contrastanti in merito al soggetto da chiamare in giudizio.

Per esempio, se la multa è stata irrogata dalla polizia stradale, il ricorso va notificato alla sezione di polizia? Al Ministero dell’Interno (dal quale dipende la Polizia di Stato)? Alla Prefettura?

Il criterio per individuare correttamente la legittimazione passiva in materia di opposizione alle multe per infrazione stradale si rinviene in un’apposita disposizione normativa [1]. Quest’ultima stabilisce che la legittimazione passiva spetta:

  • al prefetto, quando le violazioni opposte sono state accertate da funzionari, ufficiali e agenti dello Stato, nonché da funzionari e agenti delle Ferrovie dello Stato, delle ferrovie e tranvie in concessione e dell’Anas;
  • a regioni, province e comuni, quando le violazioni sono state accertate da funzionari, ufficiali e agenti, rispettivamente, delle regioni, delle province e dei comuni.

Dunque, il soggetto da convenire in giudizio dinanzi al Giudice di Pace in caso di ricorso avverso verbali di accertamento di infrazioni al codice della strada, varia in base al tipo di agente che ha effettuato l’accertamento.

In sintesi, in caso di multa elevata da:

  • Polizia municipale (Vigili Urbani) o dagli ausiliari del traffico: legittimato passivo è il Comune, in persona del Sindaco;
  • funzionari o agenti provinciali (per esempio, Polizia provinciale): legittimata passiva è la Provincia, in persona del Presidente;
  • funzionari o agenti regionali: legittimata passiva è la Regione, in persona del Presidente;
  • funzionari, ufficiali e agenti dello Stato, funzionari e agenti delle Ferrovie dello Stato, delle ferrovie e tranvie in concessione e dell’Anas (per esempio: Carabinieri, Polizia Stradale, Corpo forestale, Guardia di Finanza): legittimata passiva è la Prefettura, in persona del Prefetto.

La Prefettura è in ogni caso legittimata passiva qualora il ricorso abbia ad oggetto un’ordinanza-ingiunzione del Prefetto.

note

[1] Art. 7, c. 5, D.Lgs. n. 150/2011.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI