Donna e famiglia | Articoli

Assegno per il nucleo familiare a favore della madre separata

5 Marzo 2017
Assegno per il nucleo familiare a favore della madre separata

Può la moglie separata chiedere l’assegno per il nucleo familiare per i figli sulla posizione Inps del marito se lui non lo chiede e lei non ha idonea posizione anche se in gestione separata?

Al quesito della lettrice è la stessa Inps che dà risposta specificando, nel proprio portale, quanto segue.

Innanzitutto l’Inps chiarisce che il coniuge di colui che ha diritto alla corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare (anf; nel caso della lettrice l’avente diritto sarebbe il marito), può chiedere l’erogazione della prestazione purché non sia, a sua volta, titolare di un proprio autonomo diritto all’anf determinato da un rapporto di lavoro dipendente oppure da una prestazione previdenziale derivante da lavoro dipendente.

L’Inps aggiunge che:

1) l’accertamento dei requisiti che danno titolo all’assegno ed alla determinazione dell’importo dello stesso assegno continua ad avvenire con riferimento all’avente diritto;

2) la richiesta di pagamento da parte del coniuge deve essere presentata utilizzando il modello ANF 559.

Sempre l’Inps specifica che, in caso di genitori separati o divorziati, il diritto all’anf resta in capo al genitore affidatario anche se tale genitore non sia titolare in proprio di un diritto a richiedere la prestazione familiare (poiché non lavoratore o non titolare di pensione) e viene esercitato in virtù della posizione tutelata dell’altro coniuge a condizione che i requisiti di fatto, ossia i redditi del nucleo familiare dell’affidatario, consentano riconoscimento al diritto all’assegno per il nucleo familiare.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube