Donna e famiglia Quale genitore ha i figli a carico?

Donna e famiglia Pubblicato il 13 febbraio 2017

Articolo di




> Donna e famiglia Pubblicato il 13 febbraio 2017

Figli a carico: la detrazione Irpef spetta al padre, alla madre o ad entrambi? A chi spetta in caso di separazione o divorzio?

La detrazione Irpef per figli fiscalmente a carico è riconosciuta, secondo la regola generale, ad entrambi i genitori nella misura del 50 per cento. I genitori possono però accordarsi per prevedere che la detrazione spetti al genitore che possiede il reddito complessivo più alto.

Vediamo a quale genitore spetta la detrazione in alcune ipotesi particolari:

  • in caso di separazione legale ed effettiva o di annullamento o scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio: genitore affidatario;
  • in caso di affidamento congiunto o condiviso: la detrazione è ripartita, in mancanza di accordo, nella misura del 50 per cento tra i genitori.

Se il genitore affidatario o, in caso di affidamento congiunto, uno dei genitori affidatari non possa usufruire in tutto o in parte della detrazione, per limiti di reddito, la detrazione è assegnata per intero al secondo genitore. Quest’ultimo, salvo diverso accordo tra le parti, è tenuto a riversare all’altro genitore affidatario un importo pari all’intera detrazione ovvero, in caso di affidamento congiunto, pari al 50 per cento della detrazione stessa.

  • In caso di coniuge fiscalmente a carico dell’altro, la detrazione compete a quest’ultimo per l’intero importo;
  • se l’altro genitore manca o non ha riconosciuto i figli naturali e il contribuente non è coniugato o, se coniugato, si è successivamente legalmente ed effettivamente separato, o se vi sono figli adottivi, affidati o affiliati del solo contribuente e questi non è coniugato o, se coniugato, si è successivamente legalmente ed effettivamente separato: per il primo figlio si applicano, se più convenienti le detrazioni previste per il coniuge a carico.

Calcolo detrazione figli a carico

La detrazione prevista per ciascun figlio a carico è di 950,00 euro.

Tale detrazione è sostituita da:

  • 1220,00 euro per ciascun figlio di età inferiore a tre anni;
  • 1.350,00 euro per ciascun figlio disabile di età superiore a tre anni;
  • 1.620,00 euro per ciascun figlio disabile di età inferiore a tre anni;

Se i figli a carico siano più di tre le detrazioni appena elencate sono aumentate di 200,00 euro per ciascun figlio.

La detrazione effettiva si ottiene moltiplicando la detrazione teorica per la parte corrispondente al rapporto tra l’importo di 95.000 euro diminuito del reddito complessivo e 95.000 euro:

detrazione X (95000 € – reddito complessivo) / 95.000.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI