Diritto e Fisco | Articoli

Pensione quindicenni, quali vantaggi?

14 febbraio 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 febbraio 2017



Pensione con 15 anni di contributi: quali sono i benefici previsti dalla Deroga Amato e chi ne ha diritto? 

So di rientrare nella Deroga Amato, che è ancora in vigore: è vero che con questo regime vado in pensione prima?

La cosiddetta Deroga Amato [1], nota anche come pensione quindicenni, non è un regime, ma semplicemente una deroga al requisito di 20 anni di contributi previsto per la pensione di vecchiaia ordinaria, per la pensione di vecchiaia in salvaguardia e per la pensione di vecchiaia anticipata per invalidità.

Pensione quindicenni: chi ne ha diritto

Può beneficiare della Deroga Amato chi possiede almeno uno di questi requisiti:

  • 15 anni di contributi accreditati prima del 31 dicembre 1992 (sono utili tutti i contributi: volontari, obbligatori, figurativi, da riscatto e ricongiunzione, nonché quelli versati all’estero, se si tratta di contribuzione versata in un Stato membro dell’Unione Europea o legato all’Italia da una convenzione o da un accordo in materia di sicurezza sociale);
  • in alternativa, possesso di un’autorizzazione ai contributi volontari rilasciata antecedentemente al 31 dicembre 1992 (anche in questo caso, sono utili tutti i contributi: volontari, obbligatori, figurativi, da riscatto e ricongiunzione, nonché quelli versati all’estero);
  • in alternativa, possesso di 15 anni di contributi effettivi da lavoro dipendente, 25 anni di anzianità contributiva e 10 anni lavorati discontinuamente; nel computo dei 15 anni valgono i soli contributi da lavoro dipendente versati all’Assicurazione generale obbligatoria o ad un fondo sostitutivo o esonerativo della stessa.

Per fruire della prima deroga è necessario poter far valere una posizione assicurativa nel Fondo lavoratori dipendenti o nelle gestioni speciali dei lavoratori autonomi dell’Inps, o in ambedue. La deroga si applica anche agli iscritti ex Inpdap, ex Enpals, ex Ipost.

Per fruire della seconda deroga è necessario essere lavoratori dipendenti o autonomi iscritti all’Assicurazione generale obbligatoria dell’Inps e per gli iscritti ex Enpals (non per gli iscritti all’ex Inpdap ed all’ex Ipost).

Ma quali vantaggi da, nel concreto, la Deroga Amato?

Pensione quindicenni: vantaggi

Questa deroga non anticipa i requisiti di età per la pensione, ma accorcia solo il requisito contributivo, da 20 anni a 15 anni.

In pratica, con la Deroga Amato si può raggiungere la pensione di vecchiaia:

  • a 66 anni e 7 mesi di età (requisito valido per tutti dal 2018, che potrebbe aumentare, nel 2019, a 66 anni e 11 mesi), con soli 15 anni di contributi;
  • a 60 anni e 7 mesi di età, se uomini, o a 55 anni e 7 mesi di età, se donne, se in possesso d’invalidità almeno pari all’80% (questi requisiti non valgono per i dipendenti pubblici); si deve attendere una finestra di 12 mesi a partire dalla maturazione dell’ultimo requisito sino alla liquidazione della pensione;
  • a 65 anni e 7 mesi d’età (61 anni e 1 mese per le lavoratrici), assieme a 20 anni di contributi, per chi possiede i requisiti previsti per l’ottava salvaguardia; si deve attendere una finestra di 12 mesi a partire dalla maturazione dell’ultimo requisito sino alla liquidazione della pensione, se si è lavoratori dipendenti, o di 18 mesi se si è autonomi (o si possiede contribuzione mista da lavoro dipendente e autonomo); la decorrenza della pensione deve collocarsi, a seconda della categoria di appartenenza, entro il 6 gennaio 2018 o 2019.

In base a quanto esposto, la Deroga Amato, in sé, non comporta nessuno “sconto” relativo all’età: non è dunque di nessun aiuto a chi già possiede 20 anni di contributi e vorrebbe anticipare l’età della pensione, ma serve a chi ha già l’età prevista per una delle tipologie di pensione di vecchiaia ma non ha raggiunto 20anni di contributi.

Pensione quindicenni: è penalizzante?

La Deroga Amato non comporta alcuna penalizzazione sulla pensione, né tantomeno il ricalcolo contributivo dell’assegno.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI