Diritto e Fisco | Articoli

Multe Polizia Municipale: come far valere la prescrizione?

9 Marzo 2017
Multe Polizia Municipale: come far valere la prescrizione?

Mi è stata notificata cartella esattoriale per multe elevate dalla Polizia Municipale nel 2009. Non sarebbero prescritte? 

La prescrizione per le contravvenzioni al codice della strada elevate dalla Polizia Municipale è di 5 anni; pertanto, se queste sono state comminate nel 2009, la notifica in data odierna sarebbe tardiva e il lettore potrebbe evitare il pagamento opponendo la prescrizione del dovuto nonché l’illegittimità per mancata notifica dell’atto presupposto. Tuttavia, si suggerisce di controllare ulteriori elementi per valutare correttamente l’opportunità di pagare o meno la cartella esattoriale. Potrebbe essere accaduto che la Polizia Municipale abbia notificato i verbali di accertamento relativi alle contravvenzioni ma il lettore non ne abbia mai avuto conoscenza o non ne ha ricordo. Si consiglia, dunque, di procedere come segue:

  • presentare al comando della Polizia Municipale un’istanza di accesso agli atti in cui chiedere l’esibizione di eventuali atti presupposti con relazione ai verbali di cui alla cartella di pagamento notificata;
  • nel caso in cui non vi siano stati atti presupposti/interruttivi, proporre un’istanza di sgravio allo stesso Corpo di Polizia Municipale e contestualmente chiedere la sospensione legale della riscossione. La presentazione dell’istanza di sgravio non sospende il decorso del termine per impugnare la cartella, quindi, in caso di mancata risposta da parte della Polizia Municipale si dovrà,  prima del termine, impugnare la cartella innanzi al giudice competente al fine di far valere le proprie ragioni.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Alessandro Dini



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube