Bilanci e spesometro: cosa cambia col Milleproroghe 2017

15 febbraio 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 15 febbraio 2017



Fatture Iva semestrali, bilanci societari semplificati. Proroghe sulla Bolkestein, su concorsi e disoccupazione dei co.co.co. Ecco tutte le novità.

Invio delle fatture, regole sui bilanci, licenze per gli ambulanti, persino contratti del pubblico impiego e tassa di sbarco nelle isole minori. Sono alcune delle novità contenute nel decreto Milleproroghe 2017 che verrà approvato alla Camera entro la fine di febbraio. Il decreto dà il via libera al nuovo spesometro che fissa l’invio delle fatture Iva emesse e ricevute con cadenza semestrale e non più trimestrale. Il termine per il primo invio è stato posticipato dal 25 luglio al 16 settembre (ma cade di sabato, quindi il termine effettivo è lunedì 18 settembre), mentre il secondo dovrà essere effettuato entro la fine di febbraio 2018. I commercialisti vedono, così, accolta la loro richiesta sulla riduzione degli adempimenti fiscali della manovra.

Rimane, però, invariata la cadenza trimestrale per la trasmissione all’Agenzia delle Entrate delle comunicazioni Iva riguardanti i dati sulle liquidazioni.

Le novità 2017 sui bilanci

Il decreto Milleproroghe 2017 contiene un’altra novità attesa da professionisti e imprese e riguarda la semplificazione dei bilanci. Sarà possibile determinare le imposte dovute e si posticipa di 15 giorni il termine per trasmettere la dichiarazione Redditi Sc e quella relativa all’Irap. La scadenza, pertanto, viene fissata al 16 ottobre. Nessuna novità, invece, per quanto concerne gli Intrastat acquisiti e non previsti dalla direttiva europea: dovranno essere inviati per tutto il 2017 in attesa di nuove semplificazioni.

Le novità sul lavoro del Milleproroghe per il 2017

Nel decreto Milleproroghe 2017 ci sono altri provvedimenti che non avevano trovato posto nella Legge di Bilancio e che ora hanno preso il via al Senato, in attesa della conferma definitiva a Montecitorio. Ecco i più importanti:

  • viene spostata al 31 dicembre 2017 la conclusione dei concorsi da dirigente all’Agenzia delle Entrate (due selezioni da 403 e 175 posti). Si renderanno stabili le posizioni dei precari dell’Istituto superiore di sanità. L’organico dell’Antitrust passerà da 150 a 180 dipendenti grazie ai concorsi che l’Authority potrà bandire entro la fine del 2017;
  • viene prorogata al 30 giugno 2017 la Dis-Coll, cioè la disoccupazione per i collaboratori senza partita Iva (co.co. e co.co.pro.). Interessa i collaboratori che rimangono senza lavoro tra il 1 gennaio 2017 e il 30 giugno;
  • proroga fino alla fine del 2018 anche per la direttiva Bolkestein che interessa i venditori ambulanti. Il termine delle concessioni in corso, ma anche di quelle con scadenza anteriore, slitta al 31 dicembre 2018;
  • si sposta nel tempo la scadenza dei contratti a tempo determinato dei ricercatori Istat. Il termine viene fissato alla conclusione delle procedure concorsuali che verranno bandite entro il 31 dicembre 2018 e, comunque, non oltre la fine del 2019.

Novità su fisco, turismo e giustizia

Il decreto Milleproroghe 2017 ferma la sperimentazione degli scontrini che sarebbe dovuta partire a marzo di quest’anno: slitta a gennaio 2018.

Il regime agevolato previsto dalla delega fiscale per gli impatriati (i lavoratori non residenti in Italia negli ultimi 5 periodo d’imposta), si estende anche ai redditi d’impresa.

Viene sospesa fino al 30 novembre 2017 l’efficacia delle contestazioni sulle esenzioni dalle accise per i produttori di energia elettrica da impianti fotovoltaici.
Capitolo giustizia: è possibile chiedere l’iscrizione all’albo per il patrocinio di fronte alle giurisdizioni superiori da parte di chi ha maturato i requisiti secondo la vecchia disciplina entro 6 anni (anziché 4) dall’entrata in vigore delle nuove regole. Ergo, fino al 2018.

Il trasferimento o l’assegnazione di nuove funzioni per i magistrati che lavorano nella loro prima sede potranno avvenire dopo 3 anni invece dei 4 previsti per chi arriva dopo di loro.

Nessun aumento, invece, dell’età pensionistica a 72 anni per tutti i magistrati.

Infine, è stata approvata la tassa di sbarco sulle isole minori, alternativa alla tassa di soggiorno. Non potrà superare i 2,5 euro.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Buonasera,
    “Nessuna novità, invece, per quanto concerne gli Intrastat acquisiti e non previsti dalla direttiva europea: dovranno essere inviati per tutto il 2017 in attesa di nuove semplificazioni”
    Cosa significa nello specifico “e non previsti dalla direttiva europea?”
    Grazie mille

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI