Diritto e Fisco | Articoli

Registrazione contratto di locazione: da quando decorre il termine?

10 marzo 2017


Registrazione contratto di locazione: da quando decorre il termine?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 10 marzo 2017



I 30 giorni previsti per la registrazione del contratto di locazione scattano dal giorno della firma o dal giorno in cui si prende possesso dei locali (30.3.16)?

I contratti di locazione devono essere registrati entro trenta giorni dalla loro stipula o dalla loro decorrenza, se anteriore, rispetto al giorno di sottoscrizione scritta dello stesso. Pertanto, nel caso del lettore, a rigor di legge, il contratto – sebbene solo verbale all’epoca in cui è entrato nella detenzione dell’immobile – doveva essere registrato entro e non oltre il 31.03.2016. Tuttavia, questo non proibisce di dichiarare che gli effetti del contratto inizino a decorrere dalla data di sottoscrizione dello stesso, considerando il periodo intercorso da marzo ad oggi come mai esistito. Ad ogni modo, prima di quest’anno, l’onere di registrazione gravava in capo ad entrambe le parti contrattuali, sulla base dell’interpretazione data all’articolo 8 della legge n. 392 del 1978 il quale prevede che le spese di registrazione del contratto di locazione sono a carico del conduttore e del locatore in parti uguali. Da qui si è ricavato che anche l’onere materiale della registrazione spettasse ad entrambe le parti contrattuali. Oggi – con la legge di stabilità 2016 – sembra che l’onere della registrazione sia mutato e sia stato posto a carico della sola parte locatrice che, successivamente, deve comunicare l’avvenuto adempimento al conduttore e all’eventuale amministratore di condominio) [1]. Quello che, comunque, si consiglia al lettore e al proprietario dell’immobile da affittare, è di dichiarare – laddove possibile – che il contratto ha iniziato a produrre i suoi effetti a partire dalla stipula scritta, al fine di evitare qualsiasi problema con l’Agenzia delle Entrate; anche se i problemi – in caso contrario – graverebbero solo in capo al proprietario, locatore dell’immobile, unico onerato dalla nuova legge di stabilità alla registrazione dell’accordo locatizio.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Salvatore Cirilla 

note

[1] La l. n. 208 del 28.12.2015 stabilisce che «è fatto carico al locatore di provvedere alla registrazione nel termine perentorio di trenta giorni, dandone documentata comunicazione, nei successivi sessanta giorni, al conduttore ed all’amministratore del condominio, anche ai fini dell’ottemperanza agli obblighi di tenuta dell’anagrafe condominiale».

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI