HOME Articoli

Lo sai che? Cosa fare se il vicino ha la tettoia in eternit?

Lo sai che? Pubblicato il 23 febbraio 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 23 febbraio 2017

Le coperture contenenti amianto possono provocare tumori. Vanno obbligatoriamente segnalate all’Asl o alle Forze dell’ordine. Anche on line e in forma anonima.

Non solo è dannosa ma anche illegale. La tettoia in eternit, come altre coperture di piccoli o grandi fabbricati contenenti amianto, sono bandite da 25 anni [1]. Eppure c’è chi ancora non si disturba a far rimuovere quelle lastre, creando un potenziale danno a se stesso e a chi vive attorno: l’amianto contenuto nell’eternit, infatti, è un minerale estremamente nocivo per l’uomo, che provoca tumori e malattie croniche all’apparato respiratorio. Allora, cosa fare se il vicino ha la tettoia in eternit? Lo si può denunciare? E a chi fare la segnalazione?

Edifici con coperture in eternit: il censimento obbligatorio

Spetta alle Regione fare il censimento dei siti che contengono delle coperture o delle parti in eternit, oltre che predisporre dei piani di protezione dell’ambiente, di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall’amianto. Il censimento è obbligatorio e vincolante per quanto riguarda edifici pubblici, locali aperti al pubblico, immobili di utilizzazione collettiva (una scuola, un ospedale) e blocchi di appartamenti, cioè condomini. Ad ogni modo, tutti gli edifici in cui si sa che ci sono delle lastre o delle tettoie in eternit vanno censiti, indipendentemente dall’uso che se ne fa.

Tettoia in eternit: chi ha l’obbligo di denuncia?

I proprietari degli immobili che hanno una tettoia, un tetto o una qualsiasi copertura in eternit sono obbligati a presentare denuncia all’Asl, cioè a segnalarne la presenza alle autorità sanitarie locali. Quando si dice «proprietari degli immobili» si dice anche Ente pubblico: se, ad esempio una scuola pubblica o l’ufficio distaccato di un ministero ha una copertura in eternit, il dirigente scolastico o il responsabile di quell’ufficio pubblico ha l’obbligo di segnalazione.

La tettoia in eternit o, comunque, una qualsiasi copertura realizzata con questo materiale, deve essere rimossa obbligatoriamente solo se presenta qualche fonte di rischio. Ad esempio, se con il passare del tempo temporali e grandine l’hanno in parte sbriciolata: se l’eternit viene reso friabile, rilascia nell’aria delle microfibre molto nocive per la salute dell’uomo. In questo caso, la sua rimozione e sostituzione sarà doverosa. Altrimenti si possono eseguire altri interventi come l’incapsulamento o la sovracopertura. Attenzione, però: il semplice cittadino non può eseguire questo tipo di interventi, come nemmeno la rimozione: il lavoro deve essere fatto da ditte specializzate ed autorizzate, iscritte all’Albo nazionale dei gestori ambientali, che provvedono sia alla rimozione sia allo smaltimento della tettoia in eternit o di qualsiasi altra copertura contenente amianto.

Cosa fare se il vicino ha la tettoia in eternit e non lo segnala

Senza dover per forza entrare in guerra con il dirimpettaio, se il vicino ha la tettoia in eternit, magari danneggiata, ma non lo segnala come d’obbligo alle autorità sanitarie, basta rivolgersi all’Asl oppure, anche via Internet ed in forma anonima, ad uno dei siti delle tante associazioni che si occupano di questo problema. La segnalazione può essere fatta anche ai Vigili urbani o al Nucleo ecologico e tutela ambientale dei Carabinieri. Sul web, inoltre, è possibile trovare il modulo di esposto-denuncia per presenza di amianto. Come detto, è possibile fare la segnalazione in forma anonima, per non entrare subito in conflitto con il vicino, ma se riporta la firma e le generalità del denunciante e più probabile che venga considerata attendibile.

Ricevuta la segnalazione, l’Asl contatta l’Arpa (l’Agenzia regionale per la protezione del’ambiente), la quale eseguirà gli opportuni test per rilevare l’eventuale presenza di amianto nell’aria e la sua quantità. Si deciderà, a questo punto, come intervenire sulla tettoia o sulla copertura in eternit.

note

[1] Legge n. 257/1992.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

32 Commenti

  1. Salve. Desidero delle informazioni riguardo questo argomento: cosa rischia il proprietario del materiale inquinante denunciato? Chi interverrà poi per la rimozione, gli enti pubblici o il privato?

    1. Buonasera,
      In nase alla mia esperienza posso dirti che un mio vicino ha segnalato ai vigili una tettoia in amianto addossata ad una casa che avevo appena comperato. La tettoia l’avrei rimossa di li a poco con la ristrutturazione ma il mio vicino, dopo averla sopportata per decenni ha pensato che non poteva resistere oltre cosi, nel giro di qualche mese i vigili hanno segnalato alla asl e io sono stato diffidato a rimuoverla in breve tempo. Ho dato l’incarico ad una ditta qualificata che ha provveduto all’incapsulamento e alla rimozione delle lastre, nonche a tutte le comunicazioni alla asl. Problema risolto, per circa 8 metri quadri ho pagato circa 1000 euro inclusi i versamenti alla asl. Ora il mio vicino sara felice, almeno spero per lui.

      1. Commento critico e ironico. La prossima volta, prima di comprare una casa con una tettoia vietata e nociva, si informi prima. Farai leggere al vicino quanto ha scritto.

      2. evidentemente lei preferiva prendersi un cancro incurabile come il mesotelioma pleurico piuttosto che dover spendere 1000 euro.
        De gustibus

          1. E non avrebbe dovuto chiamare lo stesso la ditta per il recupero e quindi speso ugualmente 1000 euro?a meno che non lo avrebbe fatto in Nero!
            Non bisogna perdere tempo. Su 5 vicini miei 4 hanno il tetto in amianto e mi sa che farei anch’io la stessa cosa. Chi sa dirmi come fare e il sito per fare la segnalazione?

    2. Si sapeva fin dal 1911 che l’amianto è cancerogeno

      questo letto su libri di medicina del lavoro anche di 40 anni fa

      dov’era lo stato?

      ingannati, uccisi e i cocci son nostri!

  2. Salve, e se il proprietario dell’immobile è una persona anziana con pensione minima e poca disponibilità economica ,come fa ad affrontare una cifra così esosa?

  3. Io sono convinto che se i prezzi per lo smaltimento fossero contenuti chiunque farebbe rimuovere l’amianto che ancora possiede!, al mio paese e non solo sono tantissime le abitazioni che hanno ancore le coperture in amianto!, lo stato ha dato l’ok per la vendita giusto?, non sapevano neanche loro che l’amianto era dannoso per la nostra salute, ma sono loro che non si sono documentati sull’eventualita’ che l’amianto poteva essere dannoso!, quindi loro hanno sbagliato e non vedo il perche’ il cittadino deve pagare di tasca sua gli sbagli dello stato!, dovrebbero essere rimosse gratis!, questo e’ il mio parere!

    1. Siccome l,’eternit amianto e stato autorizzato alla commercializzazione dagli enti preposti non si puo colpevolizzare il proprietario del fabbricato ma dare forte agevolazione allo smantellamento’ nel bene di tutta la collettività dov’era l’ ASL quando hanno inventato l’eternit amianto

      1. Lo stato ha permesso la commercializzazione dell’Eternit per tantissimi anni .credo sia giusto che la spesa sia a carico completamente dello stato stesso.

        1. Affermare che deve essere rimosso a carico dello stato è come dire che deve essere rimosso a spese di tutti, anche di coloro che non c’entrano nulla. Piuttosto lo stato dovrebbe incentivare la rimozione con detrazioni fiscali, così come fa con le ristrutturazioni e le sostituzioni di serramenti che portano risparmio energetico.

          1. Buongiorno! Secondo lei da dove si attingono i fondi necessari per lo smaltimento, usufruendo di detrazioni fiscali? Si tratta sempre di soldi della collettività!
            Detto questo sono d’accordo che sia la collettività a pagare, poiché il danno ambientale e i costi che lo Stato, cioè noi tutti, deve sostenere per l’assistenza ai malati dell’amianto è superiore ai costi di smaltimento.
            Andare a rivangare sulle responsabilità di chi , pur sapendo, ha permesso per 30 anni la commercializzazione di un materiale dichiarato cancerogeno, equivale a non concentrarsi sulla risoluzione del problema.
            Ricordo, per chi lo avesse dimenticato, che il processo Eternit è andato in prescrizione al terzo grado di giudizio e qualche responsabilità rispetto a chi ha fatto oggi certe leggi vergognose, è da ricercare anche in chi ha votato coloro che le hanno realizzate!

          2. Rispondo all’anonimo, che purtroppo non si firma: grazie per i complimenti!

  4. Io l’eternit lo tengo di fronte a casa. Ormai sono anni e anni ma da li’ non lo smuove nessuno nonostante i proprietari hanno in famiglia dei componenti che hanno a che fare con la ns. Asl. O forse é proprio per questo che qui tutto tace? Penso proprio che é cosi

  5. Il mio vicino ha la copertura dell, immobile in eternit, è completamente friabile, siamo confinanti, e in più abbiamo una neonata di quasi otto mesi, visto la pericolosità che comporta coma fare per costringerlo a toglierla? La moglie è morta con tumore al cervello, io sono convinta che la causa del suo decesso è stato a causa dell, eternit, abbiamo molto paura dello stato in cui versa codesta copertura, oltre ad avere la casa confinante con lui, abbiamo un prato dove la bimba tra qualche mese andrà a giocare, non tolleriamo oltre e sono persone con cui non si può ragionare, si può constrigerlo a farlo togliere restando nell’ anonimato?

  6. Il nostro vicino oltre ad aver l,intera casa ha anche dei capanni con la copertura di eternit, e realmente pericoloso, visto che friabile e altamente pericolosa, si può fare in modo che la toglie restando nell’ anonimato? Oltretutto è gente con cui non si può ragionare.

  7. Ci sono famiglie che comprano nuove abitazioni con amianto nei loro confini e poi pretendono dai confinanti la rimozione, non è giusto e neanche normale che uno si compri la casa con il confine che si sa già che è altamente inquinante. E poi vanno a denunciare in forma anonima il vicino. Se vi da fastidio ,pagatevi l’impresa e bonificate vela da soli a vostre spese, oppure pretende che sia lo stato a bonificare le aree inquinate.

  8. Esiste un metodo economico, ricoprire l’eternità con un apposito liquido a pennello, e le polveri rimangono intrappolate! E poi dubito che un tetto di già esposto alle intemperie e ricoperto di licheni, possa rilasciare polveri!

  9. Volevo evidenziare che il cosiddetto Eternit, ossia le lastre in cemento amianto per copertura, è in matrice compatta e non friabile. Lo diventa nel momento che dovesse rompersi o essere danneggiato e solo in quei punti, non l’intera lastra. Inoltre la quantità di fibre di amianto contenute all’interno delle lastre è minima. Altrimenti pensate a quante persone dovrebbeRo essere morte di tumore causato dall’amianto solo per aver mangiato galline e relative uova, allevate e tenute per anni o decenni in pollai coperti con le lastre di Eternit. Una cosa è certa però: che è una sorta di lotteria…tocca a te e non a me, pur essendo stati esposti nello stesso modo e tempo alle lastre di cemento amianto. Anche il caso fa la sua parte…

    1. La fibra di amianto é pericolosa perché si disperde nell’aria e si fissa nei polmoni-bronchi, per il pollame vissuto in questi pollai e poi mangiati non è proprio lo stesso problema anche se meglio evitare.

  10. Il mio vicino di casa aveva rimosso l’Eternit da una tettoia e poi l’aveva riposto in giardino senza nessuna copertura,
    Io ho chiamato i vigili del mio paese e come scusa per non intervenire mi hanno detto che non era Eternit.
    Poi ho chiamato: carabinieri, A.S.L, polizia provinciale, ma nulla di fatto, mi è stato detto che se volevo l’intervento di qualcuno dovevo fare denuncia mettendo il mio nome, allora ho desistito.

  11. Sono assegnatario di un alloggio del comune di Napoli. Alloggio che mi venne assegnato nel 1990 come terremotato,del 1980. Orbene fuori al terrazzo dove abito,ci sta una tettoia di una decina di metri quadri di eternit. chi deve farsi carico delle spese per far rimuovere questo materiale? Grazie,a chi vuol rispondermi, Ernesto.

  12. Per segnalazione rimozione eternit, bisogna fare richiesta sopralluogo dalla propria asl, con relativa domanda scritta con tutti i dati personali, e prima bisogna pagare un bollettino postale di c.c. 26,00 euro intestato asl appartenenza

  13. Salve il mio padrone di casa è un radiologo e sono in affitto da.lui da 14 anni senza contratto sul tetto che copre il vano scala all’ultimo piano c’è una lastra di ethernit …premetto che quando venni ad abitare chiesi se fosse la tanto temuta materia con l’amianto. ..ma lui ci disse assolutamente no e che era una vetroresina….solo recentemente abbiamo saputo che è e ethernit ..da un operaio del comproprietario del condominio….ho una figlia di 8 anni e nata e cresciuta qui e ho paura che di avere problemi di salute più avanti…andando via ho paura si svegli qualcosa tra qualche anno…non so come comportarmi aiutatemiiii

  14. salve , ho acquistato casa a febbraio con terreno adiacente di 3000 mq, dopo una sfoltitura delle erbacce e rasatura del prato ci siamo accorti di eternet sotterrato insieme a calcinacci ecc cosa dobbiamo fare?

  15. Buonasera. Sono assegnatario di un alloggio di proprietà del comune di Napoli,in quanto terremotati del 1980. Fuori dal terrazzo di casa mia, ci sta una tettoia di diversi metri quadrati. Devo premettere che il comune di Napoli comprò questo edificio già vecchio e fatiscente, da una impresa edile, che lo rese abitabile. Da premettere che questo edificio non si trova nel territorio napoletano ma in una sua provincia. Vorrei sapere a chi compete far rimuovere questo ingombro, è come mi devo comportare? Vi ringrazio anticipatamente per il consiglio!

  16. Secondo me le dovrebbe smaltire lo stato,chi s i ritrova amianto in casa la acquistato pagato tasse xcostruire, pagato iva per acquistarlo ,pagato ditta x montarlo e lo stato sapeva cosa stava facendo,e cosa stavano acquistando ,adesso lo devono smaltire a proprie spese con prezzi stratosferici ,c’è che chi pur volendo fare non a la possibilità economica di farlo

  17. Se metteste i link con i siti sarebbe fantastico, illuminante se addirittura mettere i link dei moduli da scaricare.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI