Bollo non pagato, radiazione dal Pra

24 febbraio 2017


Bollo non pagato, radiazione dal Pra

> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 febbraio 2017



Chi non paga il bollo da almeno tre anni subisce la radiazione dal Pra e l’auto andrà immatricolata di nuovo.

Solo tre anni per pagare il bollo: dopodiché scatta la radiazione dell’auto dal Pra. Sempre che, nel frattempo, il debito non si sia prescritto. È questa la novità contenuta nel decreto di attuazione del decreto Madia, sulla riforma del Pubblico Registro Automobilistico e che, di fatto, elimina tutte le incertezze applicative a una norma che, sebbene già inserita nel codice della strada, sino ad oggi ha avuto scarsa applicazione. Ma procediamo con ordine.

Che succede a chi non paga il bollo auto?

Una legge del 2010 ha modificato il codice della strada inserendo questa disposizione [1]:

«Ferme restando le procedure di recupero degli importi dovuti per le tasse automobilistiche, l’A.C.I., qualora accerti il mancato pagamento di detti tributi per almeno tre anni consecutivi, notifica al proprietario del veicolo la richiesta dei motivi dell’inadempimento e, ove non sia dimostrato l’effettuato pagamento entro trenta giorni dalla data di tale notifica, chiede la cancellazione d’ufficio del veicolo dagli archivi del P.R.A., che ne dà comunicazione al competente ufficio della Direzione generale della M.C.T.C. per il ritiro d’ufficio delle targhe e della carta di circolazione tramite gli organi di polizia, con le modalità stabilite con decreto del Ministro delle finanze, sentito il Ministro dei trasporti e della navigazione.

2. Avverso il provvedimento di cancellazione è ammesso ricorso entro trenta giorni al Ministro delle finanze.

2-bis. In caso di circolazione dopo la cancellazione si applicano le sanzioni amministrative di cui al comma 7 dell’articolo 93 (sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 419 a euro 1.682 oltre alla confisca del veicolo, N.d.R.)».

La norma, dicevamo, è stata applicata raramente, in particolare nelle regioni Lombardia, Lazio e Puglia, non essendo chiaro quale dovesse essere l’autorità competente ad eseguire la misura. Oggi, invece, interviene la correzione volta a rimuovere gli ostacoli applicativi. La titolarità del potere di radiazione delle auto dei morosi del bollo auto viene tolta all’Aci e attribuita invece alle Regioni (attuali titolari della gestione della tassa). Dunque, per i veicoli sui quali il bollo non risulta pagato per almeno tre anni consecutivi, la Regione avvierà il procedimento di radiazione dal Pra. In tali casi, il mezzo viene definitivamente cancellato dal Pra e non può più circolare, perché è come se non esistesse più. Il proprietario rischierebbe sanzioni molto serie, ben superiori al sequestro dell’auto: una multa da 419 a 1.682 euro e la definitiva confisca del veicolo, che non potrà più ritornare nella disponibilità del proprietario.

Attenzione però, perché «tre anni» è anche il tempo oltre il quale il bollo auto si prescrive (in particolare, la prescrizione inizia a decorrere dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello in cui il pagamento è dovuto). Con la conseguenza che, se è vero che per la radiazione è necessaria una morosità del bollo auto per almeno 3 anni consecutivi è anche vero che, se in questo periodo non è intervenuto alcun sollecito di pagamento, la prima delle tre annualità si dovrà considerare prescritta e l’automobilista potrebbe fare ricorso entro 30 giorni dalla comunicazione del provvedimento.

Bollo non pagato, come fare ricorso contro la radiazione

La norma del codice della strada consente al titolare dell’auto di presentare ricorso entro 30 giorni dalla radiazione al Ministero delle finanze. Il ricorso, dicevamo, può essere giustificato dall’intervento della prescrizione per una o più annualità o per l’avvenuto pagamento. La riforma dovrebbe aver tolto questa possibilità. Per cui l’unico ricorso rimasto è quello alla Commissione Tributaria Provinciale sempre entro 30 giorni.

note

[1] Art. 96 cod. str.; il comma 2bis è stato introdotto dalla legge 29 luglio 2010, n. 120 (G.U. n. 175 del 29 luglio 2010 suppl. ord.).

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

31 Commenti

    1. l’aci o il pra a decretato queste normative.Ma quand’è che farete in culo a togliere le puttane e ri fare il manto stradale alle S.S.?

  1. Ovviamente è giusto che tutti paghino, anche se sarebbe opportuno rivedere tariffe e sperperi (nonché ruberie) politici!!! Bisognerebbe però valutare tutte le auto circolanti targate RO e BG….Che non sono Rovigo e Bergamo, bensì: Romania e Bulgaria! Perché questi signori godono della residenza italiana e diritti connessi che vanno dalla assegnazione di abitazione popolare a sconti fiscali energetici e spesso anche erogazioni per ricongiungimento familiare? Perché questi individui non pagano il bollo in Italia sebbene circolino in questo Paese ed utilizzino strade e servizi italiani? Perché chi gode di tutti i diritti dovuti in Italia a chi ha pochi mezzi di sostentamento in realtà viaggia con automobili di lusso quali: Audi, Mercedes, Bmw…. Ma si tratta davvero di persone bisognose oppure sono i soliti furbetti che in Italia sguazzano piacevolmente??? Queste auto Ro e BG sono regolarmente assicurate? Sono controllabili? Chi le controlla? È giusto controllare gli italiani, ma non è giustificato l’accanimento a senso unico, controlliamo anche questi furbetti e chiediamo perché viaggiano su auto lussuose e chiedono bonus e trattamenti di favore. La legge è appunto uguale per tutti e chi è cittadino comunitario è tenuto a rispettare la legge italiana e corrispondere i tributi nella stessa misura degli italiani!!!

    1. Non e’ affatto giusto pagare il bollo auto…
      Non dovrebbe pagarlo nessuno…
      Altro che tutti dovrebbero pagarlo….
      Stato ladro , truffaldino e strozino…

    2. Mi spiega perché secondo lei è giusto pagare essendo una tassa illegittima?Siamo gli unici che la pagano …Ma purtroppo la multa cheL italia paga è inferiore a quanto guadagna dalle nostre tasche …Dovremmo non pagarla tutti!

    3. Concordo pienamente con quando lei ha esposto e aggiungo che bisogna esporre con piu forza nelle opportune sedi questa lacuna del provvedimento che lascia maglie troppo lente ai furbetti con targa straniera comprese assicurazioni vantaggiose stipulate in altri paesi con bassissimi massimali però circolanti in italia eludendo i ns regolamenti.ma chi può cambiare le cose?……

    4. caro amico ti informo che le case popolari non le danno a quelli targati ro o bg se non lo sai le danno a quelli targati al e non e una targa italiana , e poi agli extracomunitari . io lo fatta la domanda per la casa popolare ma mi hanno fatto una risata in faccia caro amico io sono italiano e convivo con una ro come la chiami tu e ho anche la macchina di mio suocero ,io sono assicurato ho la revisione regolare ho tutto in regola ho anche una macchina targata italiana e pago tutte le tasse .chi viaggia con le macchine di lusso lo sai chi sono prima di tutto i nostri politici che non pagano nullaaaa ne benzina ne bollo manutenzione ecc… prima manda loro a piedi e controllali dalla punta del capello alla punta dei piedi ,comincia da loro poi vedrai che le cose andranno meglio. come dici tu che la legge e uguale per tutti ma non mi sembra . ciao

    5. Si assicuri anche lei l’auto in Romania o in Bulgaria, potrà risparmiare in maniera assolutamente legale migliaia di euro tra bollo e assicurazione.
      Le auto immatricolate e quindi con targa rumena o bulgara, sono assolutamente in regola è possono tranquillamente circolare nel nostro paese.
      Saluti

    6. Purtroppo chi viaggia su auto di lusso con targa bulgara o rumena, non commette reato poiché la legge italiana, come del resto in tutta Europa, consente a qualsiasi cittadino di acquistare auto in leasing in altri Paesi

    1. qui siamo arrivati al punto di comprare macchine rumene per non pagare il bollo il traffico di macchine prima veniva dall’Italia alla Romania adesso e l’inverso, pero le casse le fanno con gli Italiani e non parliamo delle pensioni che percepiscono questa gente nonostante non vive in Italia,

    2. L’hanno già rovinta, secondo i recenti dati Inps – 36% di posti di lavoro stabili a seguito della riforma voluta dal governo Renzo, una manica di dilettanti allo sbaraglio che non è in grado di un bel niente, solo disastri e politiche contro il popolo italiano e a favore dei poteri forti.

  2. Cortesemente, correggere il termine “BOLLO” con “Tassa di proprietà”…il “bollo” è quello che si paga, se si circola, dopo il trentesimo anno di età. Buccia di banana….. 😉

  3. vorrei ricordare che la comunità europea multa ogni anno l’Italia per la riscossione del bollo auto per una cifra pari alla metà del bollo riscosso

    1. Infatti se la gente smettesse di pagarla lo stato non avrebbe più convenienza a vessarci…. Schifo

      1. Io lo detto tante volte nessuno a votare non pagare il bollo perche e nostro diritto non farlo questi politici di merda fanno solo le cose che per loro frutta soldi nelle loro tasche loro non pagano un cazzo di niente multe parcheggi e tutta una truffa non votiamo più per vedere cosa fanno loro senza il popolo manifestiamo la nostra rabbia se no i nostri figli pagheranno per noi di essere stati sempre come le pecore andando avanti sempre ad abbassare la testa voliamo un Italia pulita basta diffendiamoci

  4. Potrebbe essere giusto pagare il bollo, ma dato che chi ci governa perché siamo pecore, lucra su qualsiasi cosa dai festini gay alla benzina, non mi sembra giusto che il bollo sia una salassata ogni anno per una macchina piccola. Che vadano a chiedere il bollo alla polizia municipale che non hanno neanche l’assicurazione

  5. Vendendo l’auto prima dello scadere del terzo anno di bollo non pagato si può fuggire anche alla radiazione d’ufficio, chi ha fatto questa legge deve essere un cretino, se fossero più contenuti i costi e si pagasse la tassa in base all’età dell’auto ,lo pagarebbero molte più persone , non trovo giusto con un auto vecchia di 15 anni del valore di 2000 euro debba pagare come un auto nuova della stessa cilindrata e CV
    da 40000/ 50000 mila euro

  6. Qua nesuno sta capendo niente siete grandi o picoli di cervello noi in Italia a quello che paghiamo tanto sulle auto voi non state capendo niente ci vogliono rubare tutto avete capitò altroché gli altri dicono che è giusto nesuno deve pagare il bollo fermiamo le auto vedrete che le continua delle auto va giù anche le benzine e tutto vedrete se lo tolgono non basta quante fase paghiamo siamo l’unico popolo italiano che pagono le fase più deglialtri nazioni e poi stiamo sempre con la fame basta nesuno deve pagare seno diventerete schiavi dei padroni e dei ladri riflettete e pensateci dove vogliono arrivare questi che stano bene sotto terra ci vogliono vedere ribeliamoci tutti loro pono mettere tutte le tase che vogliono perché ci vedono cretini tutti in vece non ci dobbiamo fare vedere così cretini

  7. Noi italiani paghiamo una multa all’Europa per il bollo auto che non dovrebbe esistere.
    Ma lo stato se ne infischia perché l’introito del bollo è di gran lunga superiore alla sanzione che ogni anno paghiamo.

  8. Io nn ho mai pagato bollo..Un paio di giorni fa mi arrivano tutti insieme dal 2010 a 2017..Da pagare 2053€.. e questa macchina nn e in circolazione dal 2012..Se nn pago bloccano la macchina a mio figlio…quindi nn mi rimane altro che pagarli ladri

  9. Il costo alto del bollo impedisce l’acquisto di macchine nuove che da lavoro a tanti operai in Italia.
    Lo Stato e senza cervello.
    Lo stesso per un semplice passaggio
    di proprieta che costa una fortuna e che in altri paesi si fa
    all’ufficio postale per 10 euro.
    quanto auto usate potrebbero passare mano per una cifra irrisoria e creare mercato per il nuovo?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI