Diritto e Fisco | Articoli

Facebook spia di nascosto tutto ciò che facciamo

24 febbraio 2017 | Autore:


> Tech Pubblicato il 24 febbraio 2017



Anche senza che tu glielo dica, Facebook conosce il tuo orientamento politico e cosa ti piace per schedarti e usare queste informazioni per gli inserzionisti.

È risaputo come le informazioni su di noi siano importanti per Facebook. Il gigante dei social network trasforma i dati che raccoglie in introiti pubblicitari, anche se ufficialmente si dice molto attento alla nostra privacy. In effetti su Facebook sono presenti diversi strumenti per controllare i dati che vengono condivisi, ma molti non si preoccupano di approfondirli.

Sebbene quasi tutti si dicono preoccupati per la privacy, sono pochi quelli che effettivamente prendono provvedimenti per tutelarla. E noi, a quale categoria apparteniamo? Siamo stati abbastanza attenti, oppure abbiamo avuto un atteggiamento superficiale?

Senza dirci nulla, come un grande occhio Facebook spia di nascosto tutto quello che facciamo quando siamo sul social network e usa queste informazioni per schedarci. Ogni informazione che raccoglie viene data in pasto a un algoritmo di machine learning che poi riesce a creare un profilo di noi stessi molto dettagliato, con il nostro orientamento politico, i nostri hobby, le cose che ci piace leggere e così via.

Una dimostrazione di tutto questo la possiamo avere usando Data Selfie, un’estensione per il browser Chrome che può essere installata da questa pagina.

Una volta installata, Data Selfie tiene traccia di tutte le nostre attività su Facebook e ci mostra come il social network riesce a interpretare tutti i dati raccolti per conoscere la nostra personalità e creare un profilo spendibile con gli inserzionisti.

In pratica Data Selfie tiene traccia del tempo che passiamo sulle pagine, dei like che lasciamo, gli articoli che leggiamo, i link che abbiamo cliccato e così via. Questi dati vengono poi analizzati per scoprire le nostre opinioni politiche, i nostri interessi, e le cause che seguiamo generando un profilo.

Naturalmente per ottenere tutte queste informazioni è necessario che Data Selfie raccolga abbastanza dati su di noi e quindi occorre un po’ di tempo, Ma è impressionante ciò che Facebook può riuscire a sapere su di noi anche senza che glielo abbiamo detto esplicitamente.

Ma non è solo Facebook a poterci spiare perché, come premesso, molti trascurano gli strumenti messi a disposizione per proteggere la privacy lasciandosi in giro tantissime informazioni pubbliche che possono essere consultate da chiunque, anche da chi non è nostro amico.

Anche in questo caso dimostrarlo è facile attraverso Stalscan, una web app che chiunque può utilizzare andando all’indirizzo https://stalkscan.com/. Una volta inserito l’url della persona che si vuole controllare, sarà possibile avere un dettaglio di tutte le informazioni che sono pubbliche. Se ad esempio a Natale siamo stati a una festa un po’ piccante, attraverso questo tool è possibile scoprirlo.

Un possibile datore di lavoro potrebbe indagare su di noi senza la necessità di avere le password per accedere al nostro profilo privato mentre uno stalker potrebbe scoprire i nostri spostamenti di nascosto. Stalscan può esserci molto utile per richiamare la nostra attenzione ai pericoli che corriamo su Facebook se non facciamo attenzione alle informazioni che lasciamo pubbliche.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

  1. E chi se ne frega, sul mio profilo può trovare solo i vaffa che gli mando ogni volta che mi blocca e appelli per adozioni di cani

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI