Tech | Articoli

Uso consapevole della tecnologia per i nostri figli

24 febbraio 2017 | Autore:


> Tech Pubblicato il 24 febbraio 2017



Ecco alcuni semplici consigli per aiutare i nostri bambini a utilizzare i nuovi strumenti tecnologici in modo razionale e responsabile.

Smartphone, tablet, computer e tutti i nuovi strumenti tecnologici sono entrati a far parte della nostra vita e di quella dei nostri figli. Oggi i bambini utilizzano i nuovi device per studiare, documentarsi, tenersi in contatto con gli amici, giocare e divertirsi. L’abuso di questi strumenti, però, può portarli a distrarsi da cose altrettanto importanti.

L’abuso di tutta questa tecnologia potrebbe fargli dedicare meno tempo allo studio e ad altre attività di svago altrettanto utili per una crescita sana. Oltre al fatto che questi dispositivi possono anche generare problemi di dipendenza. Se non si adottano comportamenti responsabili, è facile che tutta questa tecnologia potrebbe un giorno rivolgersi contro di noi.

Per evitare che questo accada, ci sono una serie di comportamenti che dovremmo seguire affinché i nostri figli possano utilizzare la tecnologia in modo responsabile. Ecco alcuni semplici consigli che ogni genitore dovrebbe seguire per insegnare un uso consapevole della tecnologia ai propri figli.

Muovere i primi passi insieme

Il primo contatto con la tecnologia da parte del bambino dovrebbe avvenire insieme ai genitori. È consigliato posizionare il computer o il tablet in una zona comune della casa in modo da essere presenti quando vengono utilizzati e poter controllare il suo comportamento. Non si deve apparire come delle guardie, piuttosto come qualcuno che mostra interesse nelle cose che il bambino svolge ed essere pronti a dare consigli per un uso corretto senza colpevolizzarlo. In questo modo sarà possibile sviluppare una complicità nelle attività che vengono svolte, invece che spingerlo all’isolamento, cosa che accade spesso con gli strumenti tecnologici. Instaurando una relazione proficua, il bambino sarà invogliato a farci domande per comprendere o risolvere i problemi in cui si imbatte.

Fissare delle regole comportamentali

Come lo si fa anche in altri campi, è necessario preventivamente stabilire delle regole chiare e precise sull’utilizzo dei vari strumenti tecnologici. Bisognerebbe quindi comunicare in anticipo al bambino quando può utilizzare il computer o il tablet, per quanto tempo e fargli capire che comunque deve chiedere sempre il permesso. Potrebbe essere anche utile utilizzare un controllo parentale in modo da filtrare i contenuti e impostare delle restrizioni sui gli orari. Per gioco si potrebbe poi anche stampare un decalogo delle regole che il bambino deve seguire per utilizzare gli strumenti tecnologici, un po’ come i dieci comandamenti che vengono insegnati al catechismo. Questo decalogo potrebbe essere del tipo:

1 Userò il computer a casa solo quando mi è stato detto. 

2 Non devo nascondere ai miei genitori quello che faccio su Internet. 

3 Se vedo qualcosa su Internet che non mi piace, lo dirò ai miei genitori. 

4 Se vedo persone che fanno o dicono cose ad altri bambini su internet che non dovrebbero fare o dire, lo dirò ai miei genitori. 

5 Non telefonare mai e non incontrare mai da solo qualcuno che ho conosciuto su internet. 

6 Se qualcuno su Internet mi dice che qualcosa non deve essere detta ai miei genitori, allora devo dirlo ai miei genitori. 

7 Non devo litigare o dire parolacce su Internet. 

8 Non compilare su Internet qualsiasi modulo che chiede i miei dati o quelli della mia famiglia. 

9 Non devo comprare o ordinare qualsiasi cosa su internet senza chiedere il permesso ai miei genitori. 

10 Userò l’aiuto dei miei genitori per imparare di più su computer e Internet.

Spiegare i rischi

Internet non è come la televisione dove i contenuti sono filtrati, o almeno dovrebbero esserlo. Un bambino sul web può accedere a un’infinità di cose e in molti casi si tratta di contenuti non adatti alla loro età. Inoltre può sbagliare, proprio perché non conosce i pericoli: potrebbe parlare con sconosciuti, divulgare informazioni personali, condividere immagini in modo innocente e così via. Proprio per questo è molto importante metterlo al corrente di tutti questi pericoli e comunque fargli capire che per qualsiasi dubbio o qualsiasi situazione che dovesse metterlo a disagio, può chiedere aiuto ai genitori.

Creare momenti di disconnessione

Non si tratta di vietare al bambino l’uso degli strumenti tecnologici e di Internet, ma questo deve essere solo una parte del suo divertimento. Si dovrebbe cercare quindi di creare attività che non utilizzano direttamente la tecnologia, sia in casa che fuori. Un genitore dovrebbe coinvolgerlo quindi in giochi tradizionali, nel fare passeggiate insieme al parco, chiedergli aiuto nella preparazione di un piatto in cucina, portarlo a fare qualche sport, leggere insieme qualche libro e così via. Si dovrebbero inoltre fissare dei momenti in cui nessuno in casa utilizza telefonini e internet come ad esempio quando si è seduti a tavola mentre si mangia o di notte. Questi accorgimenti possono prevenire la dipendenza dall’uso degli strumenti tecnologici.

Dare il buon esempio

Questa è una regola fondamentale quando si vuole insegnare qualcosa a qualcuno, è vale soprattutto per i bambini. Difficilmente possiamo insegnargli l’importanza dello stare insieme e del giocare se poi ci vede sempre a maneggiare sul telefonino o a navigare sul computer. Tutte le regole viste in precedenza non avrebbero alcuna efficacia se i nostri figli ci vedessero infrangerle.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI