Tech Come impedire a ex vendicativi di pubblicare video privati

Tech Pubblicato il 24 febbraio 2017

Articolo di




> Tech | Cos'è Tech? Pubblicato il 24 febbraio 2017

La fiducia nel nostro partner potrebbe essere mal riposta, ma un’app ci evita spiacevoli conseguenze impedendo che i nostri video intimi diventino pubblici.

Le cronache sono piene di casi in cui un ex per vendetta o solo per stupida goliardia ha condiviso sul web i video privati. Momenti intimi concessi in fiducia oggi, un giorno potrebbero diventare di dominio pubblico con catastrofiche conseguenze. La vergogna e le offese subite potrebbero spingere una persona anche a suicidarsi.

Oggi purtroppo un video può diventare virale in pochissimo tempo ed essere visualizzato da milioni di persone. E una volta che è sul web, è impossibile bloccarlo e ritirarlo. È il bello e il brutto dei nuovi strumenti tecnologici. Con uno smartphone possiamo registrare un video in alta definizione e metterlo su internet in pochissimi secondi.

Se siamo un po’ esibizionisti e ci piace registrare video mentre siamo in intimità col nostro partner, facciamolo almeno in modo da essere sicuri che rimangano privati per sempre, anche se la nostra storia d’amore un giorno dovesse finire. Come? Con un’app chiamata Rumuki questo è possibile.

Questa app, disponibile per ora solo per l’iPhone, funziona un po’ come una cassaforte che per essere aperta richiede due chiavi, ognuna in possesso di un partner differente. In pratica i video registrati con Rumuki vengono criptati e possono essere visualizzati solo se entrambi hanno fornito l’autorizzazione.

Il funzionamento è molto semplice. L’applicazione deve essere installata su entrambi i telefonini dei due partner. Ognuno poi dovrà impostare un codice di sicurezza nell’applicazione. Dopo aver avviato Rumuki con entrambi gli iPhone connessi alla stessa rete WiFi, l’applicazione rileverà automaticamente il telefonino dell’altro partner e potrà collegarlo attraverso la scansione di un codice QR.

Una volta che i due telefonini sono connessi tra di loro, si potrà effettuare la ripresa del video: la funzione per scattare foto non è al momento disponibile. Al termine della registrazione, il video sarà sincronizzato e disponibile su entrambi i telefonini.

Per riprodurre il video su un telefonino sarà necessario che l’altro partner fornisca l’autorizzazione. L’autorizzazione ha una durata di 7 giorni, ma potrà essere revocata in qualsiasi momento. Rumuki ha anche un sistema di protezione contro gli screenshot: se il partner prova a catturare una schermata del video, l’applicazione blocca immediatamente l’autorizzazione.

Grazie a Rumuki possiamo registrare tutti i nostri momenti intimi con la certezza che non verranno resi pubblici senza il nostro consenso. E nel caso la storia d’amore dovesse finire, ognuno dei due partner potrà decidere di cancellare i video così da essere assolutamente certi che non possano diventare di dominio pubblico.

Per ora Rumuki è disponibile solo per iOS, ma gli sviluppatori sono al lavoro su una versione per Android.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI