Diritto e Fisco | Articoli

Perseguitati per omosessualità: si allo stato di rifugiati politici

21 settembre 2012


Perseguitati per omosessualità: si allo stato di rifugiati politici

> Diritto e Fisco Pubblicato il 21 settembre 2012



Riconosciuto lo stato di rifugiato politico allo straniero perseguitato nel suo Paese perché omosessuale.

La Cassazione ha ritenuto che lo straniero gay, perseguitato nel proprio Paese per via della legge che lì punisce l’omosessualità come un reato, ha diritto ad essere accolto in Italia con lo stato di rifugiato politico.

La Suprema Corte, nel chiarire ciò in una recente sentenza [1], si è mostrata in disaccordo con la precedente pronuncia data dalla Corte di Appello di Trieste che, invece, aveva rigettato il ricorso di un senegalese gay.

Il diritto all’asilo politico spetta ogni qual volta un Paese straniero impedisca a un proprio cittadino il libero godimento di un diritto fondamentale della persona (riconosciuto dalla nostra Costituzione) [2]. La repressione dell’omosessualità, secondo la Cassazione, impedisce ai cittadini gay di vivere liberamente la propria vita sessuale e affettiva. Il che si traduce nella privazione di un diritto fondamentale dell’uomo.

Riportiamo alcuni passaggi chiave della sentenza in commento. “… Le persone di orientamento omosessuale sono costrette a violare la legge penale del Senegal e a esporsi a gravi sanzioni per poter vivere liberamente la propria sessualità: ciò costituisce una grave ingerenza nella vita privata dei cittadini senegalesi omosessuali che compromette grandemente la loro libertà personale. In Senegal, infatti, l’omofobia determina gravi atti discriminatori e persecutori: atti denunciati costantemente dai mezzi di informazione e da siti istituzionali.

 

 

note

[1] Cass. sent. n. 15981 del 20.09.12.

[2] Art. 10 Cost., terzo comma.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI