Diritto e Fisco | Articoli

Come fare per sottoporsi ad eutanasia all’estero

11 marzo 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 marzo 2017



La mancanza assoluta di una normativa italiana che disciplina la morte assistita comporta un’emigrazione verso altri Paesi in cui questo è possibile, come è accaduto per Dj Fabo.

Il significato letterale di eutanasia è morte buona. Si tratta di un trattamento sanitario che consiste nel procurare la morte di un individuo che, a causa di una malattia grave ed incurabile, vive una condizione di vita ormai insostenibile.

Dal punto di vista religioso provocare la morte di una persona costituisce un peccato in quanto la vita, essendo un dono di Dio, non può essere tolta a piacimento degli uomini. Purtroppo, molti casi di cronaca, tra i quali quello di Luca Coscioni o Eluana Englaro, hanno evidenziato come spesso il confine tra vita e morte è sottile ed esistono molte persone che vivono in una condizione semi vegetativa che porta loro, e i propri familiari, a desiderare di porre fine alle loro sofferenze.

In Italia, il dibattito sull’eutanasia si è acceso nuovamente negli ultimi giorni per il caso di Dj Fabo, un quarantenne, dj e producer, che due anni fa, a causa di un gravissimo incidente ha perso la vista e l’uso di gambe e braccia. In questi due anni le terapie al quale era stato sottoposto non avevano portato ad alcun esito, e la disperazione per la sua condizione lo aveva spinto a fare un appello alla politica, affinchè gli consentisse di potere mettere in atto la sua volontà, ossia di morire dignitosamente. L’ultima accorata richiesta di aiuto è stata inoltrata al Presidente della Repubblica, rimanendo però senza esito.

La vicenda di Dj Fabo ha avuto un forte risalto attraverso importanti trasmissioni televisive e i social network in cui si è discusso molto circa la legittimità della sua richiesta e, come sempre, l’opinione pubblica si è divisa tra coloro che affermano che la vita sia un bene inviolabile e coloro che, comprendendo la tragedia umana, hanno appoggiato la sofferta decisione dell’uomo.

Ad oggi in Italia non è possibile praticare l’eutanasia, nemmeno nei casi più gravi, e coloro che, affetti da mali incurabili senza alcuna speranza di guarigione, decidono di spostarsi in altri Paesi, come ad esempio in Svizzera o in Olanda, per terminare la propria vita sono molti ed in continuo incremento. Esistono delle cliniche che si occupano esclusivamente del fine vita, provvedendo preliminarmente a verificare se le condizioni cliniche del paziente siano effettivamente gravi e senza possibilità di miglioramento e poi a somministrare il trattamento che porta dolcemente alla morte.

In genere, per prendere contatti con queste particolari cliniche, è possibile accedere ai siti internet che hanno uno scopo informativo, in seguito è necessario che il malato si rechi di persona sul posto. La procedura prevede il ricoverso nella struttura e una immediata visita da parte dei medici specialisti in materia che, visionando la cartella clinica, confermano o smentiscono l’inutilità di ogni altro e diverso trattamento sanitario. A questo punto, il paziente, per motivi burocratici, deve confermare, anche davanti ad uno psicologo, il suo intento di morire al fine di porre in essere tale suo desiderio ribadendo le ultime volontà.

La fase successiva è veloce e indolore, il paziente viene accompagnato ad una dolce morte con la somministrazione di un farmaco, in taluni casi è lo stesso paziente ad assumerlo in maniera autonoma, senza l’intervento di medici o infermieri, così come è accaduto ad esempio in Svizzera per Dj Fabo.

Tutta la procedura presenta dei costi importanti, sia dal punto di vista dei viaggi, in quanto spostare una persona gravemente ammalata non è certamente facile, sia per i costi stessi della clinica che pone in essere il trattamento, si parla di una cifra media che si attesta intorno ad 10.000 euro

Molte nazioni europee, a differenza dell’Italia, considerano l’eutanasia come la forma massima di scelta da parte dell’individuo che, a causa delle sue condizioni di salute, decide di interrompere definitivamente ogni sofferenza e di liberarsi da un corpo che rappresenta solo una gabbia.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI