Diritto e Fisco | Articoli

Cassazione: “Te la faccio pagare” è minaccia

5 Ottobre 2012
Cassazione: “Te la faccio pagare” è minaccia

Reato di minaccia dire a qualcuno “Te la faccio pagare”.

Giro di vite della Cassazione sulle frasi minacciose: secondo la Corte, anche la semplice e vaga intimazione “te la faccio pagare” può costituire una minaccia punibile col codice penale [1].

Secondo i supremi giudici, perché vi possa essere il reato di minaccia non è necessario che la stessa sia necessariamente “notevole”.

Non è neanche necessario che la minaccia provenga da un soggetto di nota pericolosità (diversamente, infatti, dovrebbe escludersi la punibilità di una qualsiasi minaccia rivolta da un soggetto sconosciuto alla persona offesa). Dunque, anche le minacce indefinite e di carattere generico sono punibili. Attenzione a lasciarsi andare a impeti d’ira…

Sempre la Cassazione specifica che il comportamento in sé per sé potrebbe non avere valenza penale se non accompagnato da azioni tali da indurre turbamento nella vittima come ad esempio l’accompagnare la frase con un gesto intimidatorio (una mano alzata, un dito minaccioso, ecc.). Al contraario l’esistenza di rapporti di debito/credito tra le parti rende la minaccia riferibile all’esperimento di un’azione legale da parte dell’imputato (poi in effetti promossa) e quindi non integra il reato.

 

 


note

[1] Cass. sent. n. 44893/2015. Cfr. anche Cass. sent. n. 18370 del 31 gennaio-16 maggio 2012.

[2] Del resto, la “gravità della minaccia” è considerata una specifica circostanza aggravante del reato e non un elemento necessario della stessa. Art. 612, comma 2, cod. pen.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. dire se mi fai perdere il posto di lavoro ti faccio morire costituisce reato? in in momento di ira

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube