Diritto e Fisco | Articoli

Cosa rischia chi guida senza patente?

27 Marzo 2017 | Autore:
Cosa rischia chi guida senza patente?

Guidare senza patente non è più reato ma può costare davvero caro: le multe previste sono, infatti, salate. Vediamo cosa si rischia.

 

Guida senza patente: cosa rischio?

Guidare senza patente non è reato [1], ma per il portafogli potrebbe essere davvero una bella botta, dato che la multa varia da 5.000 a 30.000 euro [2]. Il codice della strada parla chiaro: chiunque conduce veicoli senza aver conseguito la corrispondente patente di guida è punito con l’ammenda da 2.257 euro a 9.032 euro; la stessa sanzione si applica ai conducenti che guidano senza patente perché revocata o non rinnovata per mancanza dei requisiti fisici e psichici o a coloro che guidano con patente di categoria diversa. Nell’ipotesi di recidiva nel biennio si applica, inoltre, la pena dell’arresto fino ad un anno. Non è tutto: oltre alla multa, è prevista la sanzione accessoria del fermo amministrativo del veicolo per un periodo di tre mesi, o in caso di recidiva delle violazioni, la sanzione accessoria della confisca amministrativa del veicolo.

Come si vede, quindi, guidare senza patente può costare davvero caro: non a caso, una sanzione pecuniaria così elevata è stata introdotta proprio come deterrente maggiore rispetto al carcere. E, tuttavia, qualche dubbio sorge: una misura simile sarà davvero efficace nei confronti dei tanti soggetti che risultano nullatenenti e che, quindi, non temono ritorsioni su un portafoglio già di per sé vuoto? Che senso ha depenalizzare la guida senza patante se poi si prevede il reato di omicidio stradale e l’ergastolo della patente, cioè la revoca dell’abilitazione e la contestuale inibizione alla guida, sul territorio, a tempo indeterminato per l’automobilista negligente, che provocherà colposamente la morte di una persona: si legga Arriva la “Revoca a vita della patente”: la nuova pena in caso di incidente.

Guida senza patente: e se l’ho dimenticata?

Qualcuno potrebbe chiedere: e se guido senza patente semplicemente perché l’ho dimenticata? Magari, per le donne, si è cambiato borsa e la patente è rimasta in quella usata la scorsa volta o, per la fretta, la si è lasciata nel cassetto della scrivania. In casi di questo genere, se si viene fermati per un controllo, si verrà multati: la cifra da pagare è pari a 41 euro, con l’obbligo di presentarsi successivamente negli uffici indicati dagli agenti con la patente, entro 24 ore dalla contravvenzione. In caso contrario, la multa sarà di 419 euro.

Guida senza patente: e se è scaduta?

Nel caso di patente scaduta, l conseguenza sarà il pagamento di una somma da 155 euro a 624 euro, a cui si aggiunge il ritiro della patente stessa [3].

Guida senza patente: è se non è quella giusta?

Può accadere anche di guidare un mezzo con una patente diversa da quella prevista. Ad esempio, Tizio è titolare di patente di guida di categoria A1 (prevista per motocicli, tricicli, macchine agricole) ma guida veicoli per i quali è richiesta la patente di categoria A2, come la moto. La multa a cui andrà incontro oscilla tra 1.000 euro e 4.000 euro a cui può aggiungersi la sanzione accessoria della sospensione della patente di guida posseduta da quattro a otto mesi.

Guida senza patente: e se me l’hanno rubata?

Nei casi di patente smarrita, rubata o distrutta il titolare deve presentare entro quarantotto ore una denuncia agli organi di polizia, richiedendone una nuova. Nell’attesa, l’ufficio in cui si è sporta denuncia fornirà all’automobilista un permesso di circolazione della durata di 90 giorni: una specie di patente provvisoria che evita sanzioni e problemi amministrativo-legali. La nuova patente sarà inviata entro 45 giorni, presentando un documento d’identità valido e due fototessere.


note

[1] D. lgs. n. 8 del 15.01.2016.

[2] Art. 116, co. 15, cod. str.

[3] Art. 126 cod. str.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube