Donna e famiglia | Articoli

Figli naturali: come stabilire con chi devono stare?

27 marzo 2017


Figli naturali: come stabilire con chi devono stare?

> Donna e famiglia Pubblicato il 27 marzo 2017



La mia ex non vuole più occuparsi di nostro figlio. Me ne occuperò io e lei lo terrà con sé una volta ogni 15 giorni. Come possiamo formalizzare questo accordo?

La scelta probabilmente più sicura, nel caso del lettore, è quella di proporre un ricorso congiunto di genitori [1] (trattandosi di figlio naturale nato da genitori conviventi) da presentare dinanzi al tribunale ordinario. Il tribunale, con rito camerale, recepirà la regolamentazione sull’affidamento del piccolo stabilita dai genitori con il ricorso congiunto, proprio come succede con una omologa di una separazione consensuale di una coppia legata da vincolo matrimoniale. Il provvedimento tutelerà il minore, al quale viene garantito uno schema di frequentazione dei genitori, ratificato dall’autorità giudiziaria ordinaria; ma tutelerà anche i genitori nel caso di contestazioni reciproche sul regime di affidamento del figlio, cristallizzato nel provvedimento giudiziale.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Raffaella Mari

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI