Business | Articoli

Incentivi coltivazione grano duro: via alle domande

2 Dicembre 2016 | Autore:
Incentivi coltivazione grano duro: via alle domande

Pubblicato il decreto che incentiva la coltivazione del cereale. Ecco gli importi per ettaro e la scadenza per fare domanda. 

Con decreto del Ministero delle Politiche Agricole e forestali [1], viene disciplinato l’aiuto alle imprese agricole che hanno sottoscritto accordi di filiera per la coltivazione del grano duro.

Gli accordi devono essere stati sottoscritti per almeno 3 anni, o direttamente, o per il tramite di cooperative, consorzi o  organizzazioni di produttori riconosciute.

Come si misura l’aiuto per la coltivazione di grano duro?

Per calcolare l’aiuto si deve considerare la superficie agricola oggetto del contratto di filiera.

L’aiuto viene conferito in ragione degli ettari coltivati nella misura massima di 50 ettari.

Per ciascun ettaro viene conferito un aiuto di 100 euro. L’importo massimo è di 15mila euro nel triennio, ma si deve tener conto della normativa “de minimis” [2] che (si perdoni la semplificazione) prevede che non è possibile che vengano accumulati nel triennio dalla stessa azienda oltre 200mila euro di aiuti comunitari (di qualsiasi natura).

Si badi inoltre che il limite dei 100 euro per ettaro è un limite massimo, il decreto prevede che l’importo unitario dell’aiuto sia definitivamente determinato in base al rapporto tra i fondi stanziati e la superficie totale coltivata a grano duro oggetto delle domande di aiuto. Le risorse disponibili ammontano a 3 milioni di euro per il 2016 e 7 milioni di euro per il 2017.

Come fare domanda per l’aiuto coltivazione grano duro?

Per fare domanda per l’aiuto alla coltivazione del grano duro, è necessario presentare richiesta entro i 30 giorni dalla pubblicazione sulla gazzetta ufficiale. L’aiuto è riconosciuto ai soggetti che presentano domanda entro 30 giorni dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto, quindi entro il 28 dicembre 2016.


note

[1] DM Ministero Politiche agricole e forestali del 02.11.2016, in G.U. 28.11.2016, n. 278.

[2] L. UE n. 1408/2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube