Diritto e Fisco | Articoli

Se urto un’auto in passo carrabile chi paga?

1 Aprile 2017
Se urto un’auto in passo carrabile chi paga?

Se urto una vettura parcheggiata in un passo carrabile, a chi è imputabile il sinistro? Insomma, quale assicurazione deve pagare i danni, la mia o la sua?

Anche se parcheggiata in un passo carrabile, sta di fatto, che quella vettura era ferma, ragione per la quale, non ha contribuito in nessun modo alla causazione del sinistro.

Detto questo sul piano teorico, in pratica, spesso accade che in situazioni come quella esposta nel quesito, la vicenda venga definita con un “concorso di colpa” nel senso che, se è vero com’è vero che l’altra autovettura era ferma, ragione per la quale, quindi, è stato il lettore a causare l’urto, è altrettanto vero che la predetta autovettura era parcheggiata in un posto dove non poteva essere fermata.

Per quanto riguarda la compagnia di assicurazione che deve risarcire il danno, stando così le cose, è pressocchè indifferente.

La procedura per il risarcimento può essere azionata in 2 modi:

  1. con indennizzo diretto, vale a dire che il danneggiato richiede i danni direttamente alla propria assicurazione,
  2. con indennizzo dell’assicurazione dell’altra autovettura.

Nel caso esaminato è indifferente perché, palesandosi la responsabilità del lettore, quanto meno a titolo di concorso paritario, anche qualora dovesse risarcire il danno l’assicurazione dell’altra autovettura, poi, la predetta, attraverso un meccanismo di recupero (cosiddetta camera di compensazione) otterrebbe il rimborso per la sua quota di responsabilità dalla sua compagnia di assicurazione.

Per completezza, in caso di concorso paritario, dovrebbe conservare anche la sua classe di merito.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Antonio Ciotola



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube