Business | Articoli

Tariffe TASI e IMU saldo 2016: quando sono validi gli aumenti?

6 Dicembre 2016
Tariffe TASI e IMU saldo 2016: quando sono validi gli aumenti?

Il saldo IMU e TASI deve essere pagato entro il prossimo 16 dicembre. Ecco come sapere quanto si deve pagare.

Il saldo IMU e TASI il cui versamento è in scadenza il prosskmo 16 dicembre potrebbe essere più  alto del previsto.

Il MEF ha fornito alcuni chiarimenti su come controllare che la richiesta del  comune sia legittima. Vediamo i dettagli.

Saldo IMU e TASI: quali delibere sono valide per modificare la rata?

Il versamento della seconda rata dell’Imu e della Tasi deve essere effettuato sulla base delle delibere approvate dal comune per l’anno 2016. Perchè esse siano valide già da quest’anno è  necessario che:

  • l’atto sia stato adottato entro il 30 aprile 2016 (ad eccezione dei comuni del Friuli Venezia Giulia, per i quali è stato stabilito al 30 giugno 2016 e poi ulteriormente differito al 31 luglio 2016 limitatamente ai comuni interessati dalle ultime elezioni amministrative);
  • l’atto sia stato pubblicato sul sito internet www.finanze.it entro il 28 ottobre 2016;
  • l’aliquota fissata per la singola fattispecie impositiva non sia stata aumentata rispetto a quella applicabile nell’anno 2015.

Come verificare le condizioni di validità della delibera comunale IMU e TASI? 

La verifica della sussistenza di tali condizioni può essere effettuata attraverso l’accesso al sito internet www.finanze.it. Effettuando una ricerca  per il nostro Comune viene visualizzata una tabella in cui sono indicate la data di adozione della delibera (Data documento) e la data di pubblicazione della stessa (Data pubblicazione).

IMU e TASI: se non ci sono delibere quali tariffe valgono?

Qualora non risulti alcuna delibera IMU e TASI pubblicata per l’anno 2016 sul sito internet www.finanze.it, quali aliquote devono essere prese in considerazione ai fini del versamento del saldo?

Le aliquote da tenere in considerazione in questo caso sono quelle vigenti nell’anno 2015.

IMU e TASI: se la delibera è oltre il 30 aprile cosa fare? 

Nel caso in cui la delibera sia stata approvata successivamente al 30 aprile essa non dovrà essere tenuta in considerazione per il saldo 2016, sarà invece applicabile per il 2017, perchè in assenza di delibere nei termini previsti le tariffe si prorogano di anno in anno.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube