Tech | Articoli

Devo pagare il canone rai se guardo la tv sul computer?

15 marzo 2017 | Autore:


> Tech Pubblicato il 15 marzo 2017



Vediamo di fare chiarezza su quando è obbligatorio pagare il canone rai se si decide di guardare i canali televisivi sul computer.

Molti oggi non posseggono un televisore ma preferiscono guardare la televisione sul proprio computer. In questo caso è necessario pagare il canone rai? La risposta è nì, ovvero non è univoca: dipende da come la si guarda.

Innanzitutto va ricordato che il canone rai non è il pagamento per usufruire di un servizio ma una tassa di possesso per un apparecchio televisivo, indipendentemente che lo si usi o meno. Quindi ora la domanda è: che cosa si intende per apparecchio televisivo? Il computer può essere definito un apparecchio televisivo?

A fare chiarezza sulla questione c’è la nota tecnica esplicativa del 20 aprile 2016 del Ministero dello Sviluppo Economico dove è scritto:

«Per apparecchio televisivo si intende un apparecchio in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale digitale terrestre o satellitare, direttamente (in quanto costruito con tutti i componenti tecnici necessari) o tramite decoder o sintonizzatore esterno. Per sintonizzatore si intende un dispositivo, interno o esterno, idoneo ad operare nelle bande di frequenze destinate al servizio televisivo secondo almeno uno degli standard previsti nel sistema italiano per poter ricevere il relativo segnale TV. Non costituiscono quindi apparecchi televisivi computer, smartphone, tablet, ed ogni altro dispositivo se privi del sintonizzatore per il segnale digitale terrestre o satellitare».

Quindi anche guardare la tv sul computer potrebbe comportare il pagamento del canone: dipende da come lo si fa.

Se guardiamo i canali televisivi in streaming utilizzando il browser del computer, ovvero usando una connessione dati che può essere la classica adsl, come la fibra o anche quella cellulare, non dobbiamo pagare alcun canone rai. Oggi si possono guardare tantissimi canali televisivi collegandosi al sito del canale stesso o installando un’apposita app.

Se invece utilizziamo il computer come monitor cui colleghiamo un decoder o un tuner tv (interno o esterno), allora in questo caso dobbiamo pagare il canone rai. Oggi ci sono decoder che si possono collegare esternamente al monitor del pc o tuner tv che si collegano invece al computer.

Ci sono diverse tipologie di tuner tv. Ci sono innanzitutto quelli interni, che vanno inseriti su uno slot della scheda madre del pc e a cui va poi collegata l’antenna per ricevere il segnale.

Esistono poi quelli che si possono collegare esternamente al pc attraverso la porta usb. Sono molto simili a una pendrive e anche in questo caso si deve poi collegare l’antenna per ricevere il segnale.

Ci sono infine anche tuner tv che non si collegano fisicamente al computer ma che possono inviare il segnale via wireless. Anche in questo caso però il segnale televisivo proviene sempre da un’antenna.

Indipendentemente dal fatto che questi tuner tv vengano utilizzati su un computer, un mac, uno spartphone o un tablet, usarli comporta il pagamento del canone. In pratica per capire facilmente se il canone è dovuto o meno, basta considerare da dove proviene il segnale televisivo: se proviene da un’antenna (classica o parabola) il canone si paga, se proviene da internet, il canone non si paga.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI