| Articoli

Canone Rai: come chiedere il rimborso

21 marzo 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 21 marzo 2017



A volte è possibile chiedere il rimborso del canone Rai: vediamo i casi in cui è possibile e le modalità per la domanda.

In alcuni casi si paga il canone Tv, ma il pagamento non era dovuto: per evitare di perdere i propri soldi è possibile attivare la procedura di rimborso. A tal fine, si può utilizzare il modulo in pdf scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

Vediamo i casi in cui è possibile chiedere il rimborso e le modalità per inoltrare l’istanza.

I casi

Il rimborso può essere chiesto solo ce si trova in una delle condizioni previste, che sono:

– nella famiglia anagrafica è presente una persona che ha compiuto i 75 anni ed il reddito familiare complessivo non supera la somma di € 6.713,98, ed è stata inoltrata la dichiarazione sostitutiva che attesta questa condizione;

– in famiglia vi è una persona in possesso dell’esenzione dal pagamento del canone prevista da apposite convenzioni internazionali  (ad esempio gli agenti diplomatici o consolari, o i militari stranieri in servizio attivo in Italia);

– il canone è stato pagato con modi diversi dall’addebito sulla bolletta della luce;

– colui che richiede il rimborso del canone lo ha pagato mediante addebito in bolletta ma contemporaneamente l’addebito è stato fatto sulle bollette di altra utenza intestata ad un familiare convivente del richiedente;

– colui che richiede il rimborso ha presentato una dichiarazione sostitutiva in cui attesta di non possedere apparecchi televisivi, ma ha subito comunque l’addebito del canone.

Quando il richiedente non si trova in alcuna di queste situazioni ma ritiene di avere comunque diritto al rimborso del canone, può utilizzare lo spazio del modulo dedicato proprio alle situazioni diverse di rimborso e descrivere i fatti che ritiene rilevanti, domandando la restituzione di quanto pagato. L’Agenzia delle Entrate deciderà a seguito della valutazione di quanto dichiarato. In questi casi è bene allegare al modulo di richiesta eventuali documenti che possano essere utili.

Le modalità della domanda di rimborso

Innanzitutto, occorre compilare il modulo scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate in ogni sua parte, fornendo tutte le indicazioni richieste.

Dopodichè, è possibile inoltrare il modulo compilato in due modi:

– in via telematica, utilizzando un intermediario abilitato (ad esempio uno sportello CAF), avendo cura di farsi consegnare la ricevuta di protocollo che verrà rilasciata dal sistema informatico;

– oppure mediante raccomandata con ricevuta di ritorno, spedita a Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale 1 di Torino – Ufficio Torino 1 – Sportello abbonamenti Tv – Casella postale 22 – 10121 Torino; in questo caso al modulo compilato deve essere allegata la fotocopia fronte/retro di un documento di identità in corso di validità e della tessera sanitaria.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI