Diritto e Fisco | Articoli

Bug di Facebook: messaggi privati pubblicati per errore sulla bacheca pubblica

26 Settembre 2012
Bug di Facebook: messaggi privati pubblicati per errore sulla bacheca pubblica

Errore Facebook: messaggi privati pubblicati sul profilo degli utenti.

Qualcuno rabbrividerà all’idea: eppure un bug presente nel linguaggio di programmazione di Facebook ha fatto sì che alcuni messaggi privati, inviati da alcuni utenti francesi, fossero invece, per errore, pubblicati sul loro profilo personale  e finissero quindi alla libera visione di tutti.

Il governo transalpino ha subito chiesto di sentire i rappresentanti del social network blu. All’esito dell’incontro, il ministro francese dell’Economia digitale, Fleur Pellerin, intervenuto nel corso di programma televisivo su I-Tele, ha definito “non molto convincenti” le motivazioni addotte dalla società di Mark Zuckerberg.

È lo stesso ministro, poi, a lanciare l’invito agli utenti di Facebook che siano stati lesi nella privacy, di sporgere querela alla giustizia francese.

In Italia, il social network più noto al mondo è stato già oggetto di numerosi scandali. Ultimo, in ordine di tempo, è stato il virus nascosto dietro il sedicente video che prometteva le immagini dell’uccisione di Osama Bin Laden. “Guarda questo video: è davvero scioccante” diceva lo slogan. In realtà, cliccando sul link si dava la possibilità a un virus gestito da malintenzionati di utilizzare l’account dell’utente, di scrivere sulla sua bacheca, di utilizzarne la chat e di inviare messaggi privati agli altri contatti.

In Italia, in ipotesi del genere, si può richiedere l’intervento della Polizia Postale, sporgendo querela presso la Procura della Repubblica.

 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube