Diritto e Fisco | Articoli

Come ottenere l’indennità in caso di infortunio in itinere?

6 aprile 2017


Come ottenere l’indennità in caso di infortunio in itinere?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 6 aprile 2017



Mia figlia ha avuto un incidente mentre si recava al lavoro. Ha dichiarato all’Inail di aver avuto un malore. I carabinieri hanno verbalizzato un colpo di sonno. L’Inail non ha corrisposto indennità. Che fare?

In riferimento al quesito, da quello che comprendiamo, l’unico motivo per cui l’Inail ha negato l’indennizzo starebbe esclusivamente nella asserita assenza di causa violenta.

Al riguardo, in mancanza di precedenti giurisprudenziali specifici con riguardo all’ipotesi di infortunio in itinere indicata, la vicenda affrontata dalla Corte di Appello di Ancona [1] che ha ritenuto che la causa violenta fosse integrata dal colpo violento contro il pavimento subìto da un lavoratore a causa di una caduta sul posto di lavoro, senza che rilevi la causa della caduta, la quale, secondo la Corte, può ben essere costituita anche da un malore.

Ovviamente con i limiti costituiti dalla segnalata assenza di precedenti specifici e dal fatto che la decisione cui si è fatto riferimento è di solo merito (la Suprema Corte di Cassazione non sembra essersi ancora pronunciata in modo chiaro sul punto), il lettore dovrebbe poter ragionevolmente provare a sostenere, davanti al giudice, che la causa violenta è costituita dal colpo che la figlia ha subito per effetto dell’incidente, a prescindere dal fatto che all’origine ci sia stato un malore.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Massimo Cundari

note

[1] Corte App. Ancona sent. n. 38 del 21.02.2005.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI