Diritto e Fisco | Articoli

Tv rotta comprata su internet: quanto tempo ho per reclamare?

8 aprile 2017


Tv rotta comprata su internet: quanto tempo ho per reclamare?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 8 aprile 2017



Ho acquistato on-line una tv. Dopo quasi un mese mi sono accorto che la tv è rotta. Il venditore mi ha detto che avrei dovuto reclamare entro 7 giorni dal ricevimento del prodotto. Che fare?

In primo luogo occorrerebbe comprendere a che titolo il lettore ha posto in essere l’acquisto della tv, poiché da ciò deriva l’applicazione della normativa speciale enunciata dal Codice del Consumo o meno.

Se ha acquistato la tv a titolo personale, la normativa sopra richiamata si applicherà senz’altro; diversamente, nel caso in cui l’acquisto sia stato effettuato da una società o nell’esercizio di attività imprenditoriale si registrano dei dubbi in dottrina e giurisprudenza sull’applicazione del codice del consumo.

Ponendo il caso che trovi applicazione la normativa di settore sopracitata, è prescritta la disciplina relativa alla garanzia legale di conformità del venditore, che può trovare applicazione al caso riferito.

Il venditore è responsabile nei confronti del consumatore per qualsiasi difetto di conformità esistente al momento della consegna del bene e in caso di difetto, il consumatore ha diritto al ripristino, senza spese, della funzionalità del bene mediante riparazione o sostituzione, ovvero ad una riduzione adeguata del prezzo o alla risoluzione del contratto. Il consumatore può, quindi, chiedere al venditore di riparare il bene o di sostituirlo, senza spese in entrambi i casi. Tali diritti sussistono quando il difetto di conformità si manifesta entro il termine di due anni dalla consegna del bene e si decade soltanto se non si denuncia il difetto di conformità entro il termine di due mesi dalla data in cui si è scoperto il difetto. Salvo prova contraria, inoltre, si presume che i difetti di conformità che si manifestano entro sei mesi dalla consegna del bene esistessero già a tale data, per cui il consumatore non deve fornire alcuna prova in merito.

Alla luce di quanto spiegato, il lettore può avere diritto alla riparazione o alla sostituzione della tv non funzionante, a nulla importando che dalla consegna alla denuncia del difetto siano trascorsi più di 7 giorni. Alcuna decadenza può essere maturata in questo breve lasso di tempo, essendo anzi stabilito dalla legge che il lettore  possa attivarsi nel più lungo termine di 2 mesi dalla scoperta del vizio.

Tuttavia, appreso quanto riferito circa la mancata volontà della venditrice di rispettare i propri obblighi, è opportuno affidare la redazione di una lettera di diffida e messa in mora ad un legale, che saprà senz’altro tutelare il lettore nel migliore dei modi.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Alessandro Dini

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI