Diritto e Fisco | Articoli

Troppa pubblicità al cinema: scatta il risarcimento per il ritardo

2 Gennaio 2013
Troppa pubblicità al cinema: scatta il risarcimento per il ritardo

Ritardo nella proiezione del film a causa della troppa pubblicità: spettatori risarciti dal cinema.

Tempi duri per i ritardatari: far perdere tempo alle persone può determinare un danno non patrimoniale e far scattare il risarcimento del danno.

Il caso di specie si riferisce a una coppia che, la notte di Natale, si era recata presso un cinema di Napoli per vedere il classico film dei fratelli Vanzina. La speculazione, in questi casi, è sempre dietro l’angolo e il cinematografo ha creduto bene di proiettare mezz’ora di pubblicità prima dell’inizio della pellicola. I due hanno mal digerito la cosa e hanno fatto causa al gestore della sala.

Il Giudice di Pace [1] ha applicato le norme del codice civile [2] a una fattispecie del tutto originale, ma pur sempre con coerenza di interpretazione.

Il magistrato onorario ha ricordato come, con l’acquisto del biglietto, si stipuli un contratto tra spettatore e cinematografo. Quest’ultimo, pertanto, è tenuto a rispettare e adempiere agli obblighi assunti col cliente, ivi compresi quello della proiezione all’orario prestabilito da esso stesso. Eventuali inadempimenti o ritardi, oltre a configurare ipotesi di responsabilità contrattuale, generano un vero e proprio danno alla sfera esistenziale del cliente e quindi un danno non patrimoniale [3].

La coppia ha ottenuto un risarcimento di 550 euro a testa. Mica poco come regalo sotto l’albero.


note

[1] Giudice di Pace di Napoli, sent. 16 marzo – 14 maggio 2005.

[2] Artt. 1218, 1226, 2059 cod. civ.

[3] Cass. sent. n. 8827/03 e 8828/03.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube