Diritto e Fisco | Articoli

Querela, a chi rivolgersi e come scriverla

24 marzo 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 marzo 2017



La querela può essere presentata in forma sia scritta che orale e ne verrà redatto comunque un verbale al momento della ricezione.

Querela, cos’è?

La querela è l’atto rivolto all’Autorità Giudiziaria con il quale si informa chi di dovere di alcuni fatti avvenuti che possono configurare un reato. In particolare, mediante la querela, chi è stato vittima di un reato manifesta il suo desiderio che i responsabili siano puniti per quanto accaduto.

Come si presenta la querela

La querela può essere presentata in due modi:

  • oralmente, presso la Polizia di Stato, i Carabinieri o la Guardia di Finanza. In questo caso, il soggetto che ascolterà il racconto della vittima scriverà un verbale di ricezione il quale dovrà riportare il maggior numero di dettagli;
  • per iscritto, presso i medesimi organi oppure, con l’ausilio di un avvocato, direttamente in Procura.

La querela verbale ha il vantaggio della velocità e dell’immediatezza. La querela scritta invece ha dalla sua l’essere maggiormente dettagliata in quanto può essere redatta con più calma e si possono allegare tutti i documenti necessari.

Quando si presenta la querela

La querela deve essere presentata entro tre mesi dal giorno in cui è avvenuto il reato.

Tuttavia, in alcuni casi la querela si può presentare in ogni momento, come ad esempio in caso di mancato pagamento del mantenimento da parte del genitore obbligato.

Cosa deve contenere la querela

La querela deve contenere:

  • la notizia di reato. E’ importante essere più dettagliati possibile, riportando i singoli fatti, informazioni sull’autore dello stesso, sulle prove, su eventuali testimoni;
  • la volontà che si proceda penalmente. Questa deve essere dichiarata in modo inequivocabile ma non sono comunque previste formule particolari;
  • la richiesta di essere avvertiti in caso di archiviazione, solo se presente questo elemento, l’interessato potrà opporsi all’opposizione richiesta dal Pubblico Ministero prima che il Giudice provveda in tale senso;
  • la sottoscrizione da parte dell’interessato che dovrà essere autenticata se la querela viene presentata da un soggetto diverso (come ad esempio nel caso in cui l’avvocato provveda a depositarla direttamente in Procura).

Querela, quando posso ritirarla?

La querela può infine essere ritirata da parte del soggetto che l’ha presentata. Ma non sempre! Infatti, nel caso di reato perseguibile d’ufficio la denuncia non potrà essere ritirata, anche se la notizia è giunta all’Autorità solo grazie alla querela presentata.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI