Lavoro e Concorsi Concorso Guardia di Finanza 2017: 461 posti

Lavoro e Concorsi Pubblicato il 21 marzo 2017

Articolo di




> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 21 marzo 2017

Pubblicato il bando per il reclutamento di 461 allievi marescialli della GdF.

Il Comando Generale della Guardia di Finanza ha indetto per l’anno accademico 2017/2018 un concorso finalizzato all’assunzione di 461 allievi marescialli. I vincitori saranno ammessi all’89° corso presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti. Più precisamente 415 allievi marescialli faranno parte del contingente ordinario, mentre 46 allievi marescialli andranno al contingente di mare.

La Guardia di Finanza (GdF) appartiene ad uno dei quattro corpi di polizia italiana, è parte integrante delle forze armate, ed ha ordinamento militare.

Requisiti

Possono partecipare al concorso (i seguenti requisiti devono essere posseduti entro la data di scadenza del termine per presentare la domanda):

1) gli appartenenti al ruolo sovrintendenti ed al ruolo appuntati e finanzieri, gli allievi finanzieri nonché gli ufficiali di complemento del Corpo della guardia di finanza che:

  • non hanno superato il 35° anno di età;
  • possiedono un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ai corsi di laurea previsti dalle università. Possono partecipare anche coloro i quali siano in procinto di conseguirlo entro l’anno scolastico 2016/2017;
  • non hanno demeritato durante il servizio prestato;
  • non sono stati giudicati inidonei all’avanzamento di grado, nell’ultimo biennio;
  • non sono stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli o da corsi equipollenti della Guardia di Finanza;

2) cittadini italiani, anche se già alle armi, che:

  • hanno un’età compresa tra i 18 e i 26 anni;
  • godono dei diritti civili e politici;
  • non sono stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • non sono stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza, salvo avvenuta rinuncia a tale status;
  • non sono imputati o condannati per delitti non colposi, né sottoposti a misura di prevenzione;
  • non si trovano in situazioni incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello stato di ispettore della Guardia di Finanza;
  • possiedono le qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria;
  • non sono già stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli o da corsi equipollenti della Guardia di Finanza;
  • possiedono un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consente l’iscrizione ai corsi di laurea previsti dalle Università statali o legalmente riconosciute. Possono partecipare anche coloro i quali stanno per conseguirlo entro l’anno scolastico 2016/2017.

La domanda

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata entro il 18 aprile 2017, seguendo esclusivamente la procedura telematica online disponibile sul sito della Guardia di Finanza.

Dopo la registrazione sul portale “Concorsi Online”, i candidati avranno modo di scegliere se presentare la domanda di ammissione secondo una delle seguenti modalità:

  • mediante SPID: conservando il “numero di protocollazione” e l’ulteriore “codice alfanumerico” generato automaticamente dal sistema e riportato in corrispondenza dello spazio riservato alla firma della domanda di partecipazione così accettata, e fornendoli, quando sarà richiesto, in sede di prima prova concorsuale;
  • via PEC: in questo caso non è sufficiente compilare la domanda sul portale “Concorsi Online”, ma sarà necessario inviare una PEC allegando il file PDF della domanda generato dal sistema, ed una copia fronte/retro di un documento di riconoscimento in corso di validità. I documenti dovranno essere inviati all’indirizzo: istanze@pec.gdf.it

Soltanto in caso di avaria temporanea del sistema informatico, verificatasi eventualmente nell’ultimo giorno utile per la presentazione della domanda di partecipazione e accertata dall’Amministrazione, sarà considerata comunque valida l’istanza presentata utilizzando il modello in allegato al bando, redatta in carta semplice e firmata per esteso, inviandola a mezzo PEC all’indirizzo concorsoAM.istanze@pec.gdf.it

Può essere presentata domanda di partecipazione per un solo contingente. Per il contingente di mare, è consentita la partecipazione per una sola delle due specializzazioni previste. Tutti i candidati, le cui istanze di partecipazione saranno considerate valide, sono ammessi con riserva al concorso, in attesa dell’accertamento dell’effettivo possesso dei requisiti previsti. L’ammissione con riserva deve intendersi fino all’ammissione al corso di formazione.

Le prove del concorso

Il concorso prevede l’articolazione 5 prove obbligatorie e 2 prove facoltative:

  • prova preliminare, tramite la somministrazione di questionari a risposta multipla. Essa consiste in domande dirette ad accertare le abilità linguistiche, ortogrammaticali e sintattiche della lingua italiana. Superano la prova preliminare e, pertanto, sono ammessi alla prova successiva i candidati classificatisi nei primi 1.660 posti della graduatoria per il contingente ordinario, e nei primi 148 posti della graduatoria per il contingente di mare (di cui 124 posti per la graduatoria per la specializzazione “nocchiere abilitato al comando” e 24 posti per la graduatoria per la specializzazione “tecnico di macchine”);
  • prova scritta di composizione italiana;
  • accertamento dell’idoneità attitudinale;
  • accertamento dell’idoneità psico-fisica;
  • prova orale su storia ed educazione civica, geografia e matematica;
  • esame facoltativo in una o più lingue straniere, consistente in una prova scritta ed una prova orale per ciascuna lingua prescelta;
  • prova facoltativa di informatica.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI