Diritto e Fisco | Articoli

Ingiuria: l’offesa reciproca elimina il reato

18 Gennaio 2013


Ingiuria: l’offesa reciproca elimina il reato

> Diritto e Fisco Pubblicato il 18 Gennaio 2013



Le offese reciproche che infangano l’altrui reputazione eliminano il reato di ingiuria.

Durante una partita a carte, due persone avevano urlato, l’una contro l’altra, espressioni particolarmente offensive.

Sei piena di debiti” dice lui.

In città tutti ti conoscono” risponde lei…

Due frasi che, secondo la Cassazione [1], avevano una valenza sarcastica, volta a gettare discredito nei riguardi dell’interlocutore.

Tuttavia, secondo la Suprema Corte, non si può procedere alla punizione delle due condotte perché frutto di una reciproca provocazione.

Insomma: chi se la cerca non può andare a piangere, poi, dal giudice.

note

[1] Cass. sent. n. 37651 del 28.09.2012.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI