L’esperto | Articoli

I procedimenti possessori

1 Aprile 2017 | Autore:
I procedimenti possessori

Il procedimento di reintegrazione o di manutenzione del possesso.

La natura di questi procedimenti è tanto controversa che alcuni la assimilano ai procedimenti cautelari ed altri ai procedimenti di cognizione sommari. La tutela del possesso come situazione di fatto, differisce ed è indipendente dalla tutela della proprietà, che è una situazione di diritto.

Di qui la necessità di azioni agili, che servano a ripristinare una situazione preesistente, indipendentemente dal sottostante diritto (da farsi valere nel cd. giudizio petitorio).

Essi hanno per oggetto la reintegrazione o la manutenzione del possesso.

In base al codice civile, la reintegrazione è concessa al possessore o al detentore della cosa, in caso di spoglio violento o clandestino entro l’anno del sofferto spoglio (art. 1168   c.c.).

L’azione di manutenzione spetta a chi, possessore da almeno un anno di beni immobili o di universalità di mobili, sia stato molestato nel possesso (art. 1170 c.c.).

La L. 353/90 ha abrogato il 2° e 3° comma dell’art. 703 (i quali richiamavano il procedimento delle azioni di nunciazione), inserendo un rinvio alla disciplina dei procedimenti cautelari in generale. Tuttavia, a differenza degli altri procedimenti cautelari, nei procedimenti possessori, una volta esaurita la fase sommaria con la concessione o meno del provvedimento interdittale, il giudice non doveva pronunciarsi sulle spese di lite e doveva comunque fissare l’udienza di trattazione per il giudizio di merito possessorio definito con sentenza.

La peculiarità del procedimento possessorio, rispetto alle misure cautelari in senso stretto, ha spinto il legislatore a modificare la formula del rinvio alle norme sul procedimento cautelare uniforme, che, entrato in vigore il d.L. 35/2005, conv. in L. 80/2005, sono applicabili «in quanto compatibili».



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube