Diritto e Fisco | Articoli

Auto con ruote sgonfie o lisce: cosa si rischia

22 aprile 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 22 aprile 2017



L’auto deve avere le ruote ben gonfie e con battistrada in efficienza: vediamo norme e sanzioni.

L’automobilista deve, per la sicurezza sua e degli altri, fare in modo che il suo veicolo sia sempre in perfetta efficienza [1]: questa regola riguarda anche le gomme dell’auto, che devono essere tenute alla giusta pressione di gonfiaggio.

Vediamo quali sono le regole in materia.

Battistrada ed efficienza del pneumatico

Innanzitutto, le ruote delle auto (ma anche dei motoveicoli, dei ciclomotori, dei rimorchi e dei filoveicoli) devono essere mantenute in condizione di perfetta efficienza generale: occorre dunque che siano privi di lesioni strutturali, rigonfiamenti, crepe e di ogni altra alterazione che ne possa causare lo scoppio o l’improvviso afflosciamento.

Il battistrada, cioè la parte della ruota che tocca l’asfalto e permette l’aderenza del veicolo al suolo, deve sempre avere il proprio disegno a rilievo ben visibile; gli intagli che compongono il disegno del battistrada devono avere uno spessore di almeno:

  • 1,60 per gli autoveicoli in genere;
  • 1,00 per i motoveicoli;
  • 0,50 per i ciclomotori.

Se non vengono rispettate queste norme, ed il battistrada è liscio, la sanzione amministrativa pecuniaria applicabile va da un minimo di euro 85,00 ad un massimo di euro 338,00. È prevista una sanzione accessoria consistente nella decurtazione di due punti patente.

Inoltre l’agente di polizia che accerta il cattivo stato delle ruote può, anche in relazione alle condizioni atmosferiche, ordinare al guidatore di fermare la marcia e di non proseguire, disponendo anche la decurtazione di tre punti patente.

Quali pneumatici montare

L’automobilista non è libero di montare sulla propria vettura le ruote che più gli piacciono: deve, piuttosto, installare le sole gomme previste dalla carta di circolazione.

Infatti, per ogni veicolo sono omologate solo le ruote indicate nella carta stessa.

In conseguenza, se si montano ruote di dimensione diversa da quella prevista, la sanzione amministrativa pecuniaria va da euro 422,00 ad euro 1695,00: come sanzione accessoria è previsto il ritiro della carta di circolazione. In questo caso, poi, le ruote devono essere sostituite con quelle omologate e subito dopo occorre sottoporre il veicolo alla revisione presso le apposite strutture pubbliche o private convenzionate con la Motorizzazione civile.

Pressione degli pneumatici

L’automobilista deve anche controllare la pressione delle gomme: non può infatti circolare con ruote che abbiano una pressione inferiore a quella prevista per il tipo di pneumatico installato. Se ciò accade, la sanzione amministrativa pecuniaria va da un minimo di euro 85,00 ad un massimo di euro 338,00. Infatti, la ruota sgonfia mette in pericolo la circolazione, perché allunga i tempi di frenata e non garantisce corretta aderenza all’asfalto; inoltre, crea un danno ambientale poiché aumenta i consumi del motore e dunque le emissioni inquinanti.

note

[1] Art. 79 Cod. str. e Art. 175 Cod. str.

Autore immagine: Pixabay

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI